MALTA cresce nell’indice di Competitività Internazionale del World Economic Forum

MALTA cresce nell’indice di Competitività Internazionale del World Economic Forum

Malta ha migliorato la sua posizione di competitività nel World Economic Forum’s Global Competitiveness Index 2016-2017 , salendo dal 40 ° posto al 37 ° posto.

L’indice ora classifica Malta davanti all’Italia, al Portogallo, alla Slovenia e alla Croazia.

La relazione ha valutato un totale di 137 paesi su 12 pilastri principali. Malta è classificato alti nei settori dell’istruzione superiore e della formazione (30), dell’efficienza del mercato del lavoro (29), della sofisticazione delle imprese (31) e dell’innovazione (38)

La relazione sulla competitività mondiale 2016-2017 valuta il panorama della competitività di 138 economie, fornendo informazioni sui fattori di produttività e prosperità.

L’edizione di quest’anno sottolinea che l’apertura declino sta minacciando la crescita e la prosperità. Inoltre sottolinea che le misure di stimolo monetario, come la riduzione quantitativa, non sono sufficienti per sostenere la crescita e devono essere accompagnate da riforme della competitività. La chiave finale trova il fatto che le pratiche di business aggiornate e gli investimenti nell’innovazione sono ora importanti quanto le infrastrutture, le competenze ei mercati efficienti.

Svizzera, Singapore e Stati Uniti rimangono le tre economie più competitive del mondo.

In realtà, qui a Malta e grazie alla grande stabilità del Paese, alla sua sicurezza e crescente reputazione internazionale, notiamo un continuo crescere di flussi di Persone, HNWIs, Corporations, non solo dall’Italia ma anche dai paesi in passato piú attrattivi come USA, UK, CH e molti altri

Trasferire a Malta la residenza, la tua vita, i tuoi familiari, il tuo business, il tuo patrimonio, significa migliorare la gestione del tuo rischio

Corporate & Assets Governance, World Class, MALTA, Worldwide

Siamo a vostra disposizione per assistervi in un percorso professionale, dalla fase di analisi e pianificazione fino all’effettivo realizzo del trasferimento a Malta di persone, assets, ridomiciliazione o costituzione di societa’, con individuazione delle soluzioni piu’ idonee al proprio profilo reddituale e patrimoniale, attraverso pacchetti di advisory specifici.

Potremo valutare insieme le vostre specifiche necessità e fornirvi le risposte adeguate per identificare i servizi offerti da MALTAway e le opportunità di Malta rispetto all’Italia e ad altri paesi in Europa o extra Europei

Il trasferimento verso migliori sistemi Paese di capitali, cervelli, energie e competenze non si ferma, qui a Malta e da Malta solo geograficamente vicina all’Italia, trovi un ecosistema di professionisti per i servizi necessari per la tua vera internazionalizzazione.
Noi ti possiamo offrire i nostri servizi di advisory completi:

  • Per analizzare i pro e i contro
  • Per decidere in modo consapevole
  • Per implementare la decisione in modo professionale

https://www.weforum.org/reports/the-global-competitiveness-report-2016-2017-1

http://www3.weforum.org/docs/GCR2016-2017/05FullReport/TheGlobalCompetitivenessReport2016-2017_FINAL.pdf

Annunci

Italiani all’estero, il vademecum Agenzia delle Entrate

Italiani all’estero, il vademecum dell’Agenzia delle Entrate

In Europa viene garantita ai cittadini la libertà di movimento delle persone e dei capitali.

Gli Italiani possono lavorare, investire e fare business all’estero, non solo in Europa, segui  www.maltaway.com per scegliere, agire, ed essere compliant, sempre, per ogni reddito e per ogni patrimonio.

Per ogni categoria di reddito e profilo legale , controlla sempre i trattati sulla doppia imposizione tra il tuo paese di origine e quello in cui sei residente

NON tutti i paesi applicano il principio dell worldwide taxation come l’Italia

Sei soggetto allo stesso principio in molti paesi ove sei un RESIDENTE PERMANENTE, anche se sei un cittadino Italiano

Link Correlati

TASSE RESIDENTI NON DOM MALTA

Ecco una parte del Vademecum

LA “WORLD WIDE TAXATION”

Non sempre è agevole individuare immediatamente quale sia il sistema di tassazione applicabile per i redditi percepiti all’estero da cittadini italiani. Infatti, gli aspetti da considerare sono molteplici e le regole possono essere diverse a seconda delle singole situazioni personali, dell’esistenza o meno di una Convenzione contro le doppie imposizioni stipulata tra l’Italia e lo Stato estero nel quale viene prodotto il reddito, del periodo di permanenza all’estero, dell’iscrizione o meno all’Aire, eccetera. In linea generale, possiamo affermare che per stabilire dove un cittadino è tenuto a pagare le imposte sui redditi percepiti occorre considerare il concetto di “residenza fiscale”. In base al cosiddetto “principio della tassazione mondiale” (World Wide Taxation Principle), sul quale si fonda il sistema fiscale di molti Paesi europei e che è stato adottato anche dalla legislazione fiscale italiana, il cittadino che lavora all’estero, mantenendo la residenza italiana, ha comunque l’obbligo di pagare le imposte in Italia anche sui redditi prodotti all’estero, salvo che sia diversamente indicato da disposizioni contenute nelle Convenzioni internazionali contro le doppie imposizioni. Le eventuali imposte pagate a titolo definitivo nei Paesi in cui i redditi sono stati percepiti si possono comunque detrarre da quelle italiane, sotto forma di credito d’imposta, nei limiti stabiliti dall’articolo 165 del Tuir. Art. 165, comma 1: “Se alla formazione del reddito complessivo concorrono redditi prodotti all’estero, le imposte ivi pagate a titolo definitivo su tali redditi sono ammesse in detrazione dall’imposta netta dovuta fino alla concorrenza della quota d’imposta corrispondente al rapporto tra i redditi prodotti all’estero ed il reddito complessivo al netto delle perdite di precedenti periodi d’imposta ammesse in diminuzione”. LA REGOLA GENERALE: tutti i cittadini italiani che lavorano all’estero e che non sono iscritti all’A.I.R.E. (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) sono fiscalmente residenti in Italia e devono ogni anno presentare la dichiarazione e pagare le imposte sui redditi ovunque prodotti. Nel caso si ometta di presentare la dichiarazione dei redditi o non si indichino in essa i redditi prodotti all’estero, non spetta la detrazione delle imposte pagate nello Stato estero (comma 8 dell’art. 165 del Tuir). 3 settembre 2017

LA RESIDENZA FISCALE E L’ISCRIZIONE ALL’A.I.R.E.

Come espressamente indicato nell’art. 2 del Tuir (Dpr 917/1986), per le imposte sui redditi si considerano fiscalmente residenti in Italia le persone che: • per la maggior parte del periodo d’imposta (cioè, per almeno 183 giorni all’anno) sono iscritte nelle Anagrafi comunali della popolazione residente in Italia • hanno nel territorio dello Stato il domicilio o la residenza • si sono trasferiti in uno dei Paesi a fiscalità privilegiata (salvo prova contraria).

L’ISCRIZIONE ALL’ANAGRAFE DEGLI ITALIANI RESIDENTI ALL’ESTERO L’A.I.R.E (“Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero”) contiene i dati dei cittadini che risiedono all’estero per un periodo di tempo superiore a 12 mesi o, per i quali, è stata accertata d’ufficio tale residenza. Il cittadino italiano che trasferisce la propria residenza da un comune italiano all’estero (anche se in un Paese dell’Unione Europea), entro 90 giorni dal trasferimento della residenza deve iscriversi all’AIRE presso l’Ufficio consolare competente per territorio. Con l’iscrizione all’AIRE, che è gratuita, si viene cancellati dall’Anagrafe della popolazione residente del Comune italiano di provenienza. L’iscrizione può anche avvenire d’ufficio, sulla base di informazioni di cui l’Ufficio consolare sia venuto a conoscenza. informazioni su procedura di iscrizione, aggiornamento dei dati e cancellazione sono consultabili sul sito del Ministero degli Affari Esteri (http://www.esteri.it/mae/it/italiani_nel_mondo/serviziconsolari/aire.html) o sul sito del Ministero dell’Interno: (http://servizidemografici.interno.it/it/Aire/Informazioni). L’AIRE è stata istituita con la legge 470/88 e regolamentata dal Dpr 323/89. Iscrivendosi all’AIRE si può usufruire di alcuni servizi forniti direttamente dal Consolato italiano all’estero. Per esempio, il rilascio di certificati anagrafici e di residenza, il rinnovo del passaporto, il rinnovo della patente di guida per chi risiede in paesi extraeuropei, eccetera. Inoltre, come è noto, chi è iscritto all’Aire può esercitare il diritto di voto per corrispondenza, tramite il Consolato competente. Di contro, l’iscrizione all’AIRE implica la perdita del diritto all’assistenza sanitaria di base in Italia (è garantita solo l’assistenza sanitaria urgente).

LE CONVENZIONI CONTRO LE DOPPIE IMPOSIZIONI

Per evitare che i propri cittadini subiscano una doppia imposizione, che si avrebbe in seguito al pagamento delle imposte sia nel Paese di produzione del reddito sia in quello di residenza, l’Italia ha stipulato con molti Paesi Convenzioni internazionali contro le doppie imposizioni e riconosce un credito d’imposta per le imposte pagate all’estero nel momento in cui si dichiarano i redditi in Italia con l’applicazione di una norma (articolo 165) contenuta nel Tuir. Le Convenzioni internazionali contro le doppie imposizioni sono degli accordi tra due Stati, attraverso i quali viene disciplinata la sovranità tributaria di entrambi, in base al principio della reciprocità. Oltre a evitare le doppie imposizioni sui redditi e sul patrimonio dei rispettivi residenti, le Convenzioni hanno anche lo scopo di prevenire l’evasione e l’elusione fiscale. Generalmente, le Convenzioni non prevedono che sia un unico Stato, tra i due contraenti, ad assoggettare a tassazione un determinato tipo di reddito (tassazione esclusiva). Per questo motivo, è necessario dichiarare in Italia anche i redditi conseguiti all’estero. La doppia imposizione viene comunque eliminata mediante l’applicazione dell’articolo 165 del Tuir, secondo il quale le imposte pagate all’estero a titolo definitivo sono ammesse in detrazione dall’imposta netta fino a concorrenza della quota di imposta italiana. sul sito del Dipartimento delle Finanze, nella sezione della fiscalità comunitaria e internazionale, sono pubblicate e periodicamente aggiornate tutte le convenzioni stipulate dall’Italia

http://www.finanze.gov.it/opencms/it/fiscalita-comunitaria-einternazionale/convenzioni-e-accordi/convenzioni-per-evitare-le-doppie-imposizioni/

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Agenzia/Agenzia+comunica/Prodotti+editoriali/Guide+Fiscali/Agenzia+informa/pdf+guide+agenzia+informa+tre/Guida_Italiani_all%27estero.pdf

 

MALTA, il cuneo fiscale piú basso in Europa

MALTA, il cuneo fiscale piú basso in Europa

Malta costo del lavoro a €14, con il cuneo fiscale, fatto di contributi e tasse, piú basso in Europa

La quota dei contributi non legati allo stipendio è stato in media del 23,9% nell’Ue e del 26% nella zona euro. Si va dal minimo di Malta, dove i contributi e le imposte a carico dell’azienda hanno pesato solo il 6,6% dello stipendio, al 33,2% della Francia.

Un vantaggio considerevole che si abbina alla disponibilità di skills locali, e a quelle della grande comunità professionale internazionale permanentemente basata a Malta, in molti settori dell’economia, compresi i settori innovativi della FINTECH, Finanza, ICT, Professional Services, e-gaming

MALTAWAY: INVESTIRE A MALTA NELLE ACQUE TRANQUILLE DI UN PAESE STABILE E SICURO

 

Trasferire a Malta la residenza, la tua vita, i tuoi familiari, il tuo business, il tuo patrimonio, significa migliorare la gestione del tuo rischio

Corporate & Assets Governance, World Class, MALTA, Worldwide

DA TRUENUMBERS

Il costo orario del lavoro varia in Europa da appena 4,4 euro in Bulgaria a 42 euro l’ora in Danimarca. In Italia? Da noi il costo medio orario nel 2016 è stato di 27,50 euro, ma la vera notizia è un’altra.

SCENDONO I COSTI ORARI DEL LAVORO IN ITALIA

Tra il 2015 e il 2016, il costo di un’ora di lavoro in Europa è aumentato in media dell’1,6%. L’unica eccezione in tutta Europa siamo stati noi italiani. In Italia infatti si è osservata una lieve diminuzione dei costi orari del lavoro: -0,8%.  Poco, ma intanto è successo solo in Italia.

in italia scende il costo del lavoro

Il grafico (sopra) mostra il cambiamento del costo orario del lavoro dal 2015 al 2016. L’unica colonna in negativo è stata la nostra, ma, per una volta, il nostro risultato negativo è stato una buona notizia.

E SE NON CONVENISSE PIÙ PRODURRE FUORI DALL’ITALIA?

È vero che un operaio o un impiegato dell’Est costano di meno alle rispettive aziende. Ma non sarà sempre così. Anzi, c’è già stata un’inversione di tendenza. Dal 2015 al 2016, per esempio, il costo del lavoro è lievitato moltissimo in Romania (+ 12,7%) e in Bulgaria (+ 7,8%).

È cresciuto anche nei paesi baltici: Lituania (+ 7,5%), Lettonia (+ 6,4%) ed Estonia (+ 5,6%). Per il momento, ai costi attuali, conviene ancora produrre all’Est, ma il calo registrato da noi e gli aumenti segnati dai paesi dell’Est potrebbero  presagire un cambiamento imminente.

DOVE IL LAVORO COSTA DI MENO

Gli stati membri dell’Ue in cui ci sono stati i più bassi costi orari del lavoro sono stati la Bulgaria, Romania, Lituania, Lettonia, Ungheria e Polonia. Un’azienda bulgara qualunque, fra stipendi, contributi e imposte, paga i dipendenti appena 4,4 euro. Le imprese rumene in media invece per un’ora di lavoro offrono 5,5 euro. In Lituania si sale fino 7,3 euro e anche in Lettonia si arriva fino a 7,5 euro. L’Ungheria e la Polonia hanno superato anche gli 8 euro l’ora, le aziende dei rispettivi paesi hanno pagato in media 8,3 euro e 8,6 euro per un’ora di lavoro.

I PAESI CON IL PIÙ ALTO COSTO ORARIO DEL LAVORO

Tra i paesi in cui il costo del lavoro è più alto ci sono la Danimarca (42 euro l’ora) seguita da Belgio (39,2 euro), Svezia (38 euro), Lussemburgo (36,6 euro) e Francia (35,6 euro).

COSA CONTRIBUISCE A FAR SALIRE IL COSTO DEL LAVORO?

Il costo orario del lavoro è costituito principalmente dal salario, a questo devono essere poi sommati i costi non salariali come i contributi sociali a carico dei datori di lavoro. La quota dei contributi non legati allo stipendio è stato in media del 23,9% nell’Ue e del 26% nella zona euro. Si va dal minimo di Malta, dove i contributi e le imposte a carico dell’azienda hanno pesato solo il 6,6% dello stipendio, al  33,2% della Francia.

I dati si riferiscono al: 2016
Fonte: Eurostat

http://e.infogram.com/salario_orario-24?src=embed

Perchè vivere, investire, fare business a Malta

MALTA è la tua nuova SVIZZERA e il tuo Nord Europa ma in mezzo al Mediterraneo, ispirata dal modello della Città-Stato dell’Isola di SINGAPORE

A parte il desiderio di essere qui a Malta ora, che questa foto suscita,  rispondi a queste domande:

Come vedi il futuro dell’Italia, di una persona o imprenditore, onesto, non parassita, competente, creativo, motivato a crescere e a creare?

Quale paese offre una qualità della vita, clima spettacolare 12 mesi all’anno,costi contenuti, collegamenti frequenti e low cost al massimo a 2 ore dalla tua città, un sistema di regole e fiscale competitivo in tutto il mondo?

Dove puoi trovare una comunità internazionale aperta e stimolata ad attirare persone, imprese, idee e capitali capaci di crescere insieme?

Noi, dopo un lungo e approfondito confronto di esperienze e analisi, abbiamo la risposta!

Trasferire a Malta la residenza, la tua vita, i tuoi familiari, il tuo business, il tuo patrimonio, significa migliorare la gestione del tuo rischio

MALTA è la tua nuova SVIZZERA e il tuo Nord Europa ma in mezzo al Mediterraneo, ispirata dal modello della Città-Stato dell’Isola di SINGAPORE. Con Maltaway Malta non avrà segreti per te.

CENTRO del MEDITERRANEO
Quale paese offre una qualità della vita, clima spettacolare 12 mesi all’anno,costi contenuti, collegamenti frequenti e low cost al massimo a 2 ore dalla tua città, un sistema di regole e fiscale competitivo in tutto il mondo?

PAESE LEADER
MALTA è la tua nuova SVIZZERA e il tuo Nord Europa ma in mezzo al Mediterraneo, stabile e sicuro, ispirata dal modello della Città-Stato dell’Isola di SINGAPORE

TASSE SUL REDDITO, CAPITALE E PATRIMONIO
ZERO imposte di successione, ZERO imposte sul capitale e patrimonio, ZERO imposte sul capital gain, ZERO imposte sugli immobili, 5% imposte sui redditi d’impresa

MALTA, EUROPA, COMMONWEALTH, MONDO
Dove puoi trovare una comunità internazionale aperta e stimolata ad attirare persone, imprese, idee e capitali capaci di crescere insieme?

MALTA FINTECH HUB
Malta FinTech, un vero hub della finanza e della Tecnologia dell’ eGaming e eCommerce, servizi di eFinance e eBanking a supporto del mondo Consumer e Corporate

Malta, in the Top 12 Citizenship by Investment Programs

Malta, in the Top 12 Citizenship by Investment Programs, just a few in the Schengen area

In light of this growing importance, a 2017 study conducted by the Financial Times’ PWM and led by researcher James McKay ranked the top citizenship by investment programs throughout the globe.

Thx to TaxLinked

The twelve programs looked at were ranked based on either their “overall performance and desirability,” or seven fundamental “pillars” consisting of freedom of movement, standard of living, minimum investment outlay, mandatory travel or residence, citizenship timeline, ease of processing and due diligence.

The table below lists the citizenship by investment programs analyzed by Professional Wealth Management based on their final scores and overall ranking.

Citizenship by Investment Index

Source: CBI Index (http://cbiindex.com/)

A Closer Look at the Best Citizenship by Investment Programs

Several conclusions can be drawn from the Professional Wealth Management’s results.

First of all, in terms of freedom of movement, the four European Union programs ranked higher than those in the Caribbean, Africa or Oceania.

As stated in the report, “of these four, the highest ranking were also members of the Schengen Area, which, for the most part, operates under a common visa policy.”

Same sort of logic applied to standard of living with the European nations far surpassing their Caribbean, African and Oceania counterparts in key factors such as life expectancy, real GDP growth, gross national income, relative safety and education, to name a few.

In terms of minimum investment outlay, the Europe-based programs fell short considering their hefty investment requirements.

For instance, Cyprus requires a 2 million Euro investment, while Malta calls for one amounting to 1.2 million Euros.

On the other hand, programs like those in Comoros, Vanuatu, Saint Lucia, Grenada and Dominica offer HNWIs citizenship for less than 200 thousand dollars.

Furthermore, most countries except more Malta scored fairly high in the mandatory travel or residency requirement thanks to their flexibility in terms of how much time must be spent there.

Malta, however, scored very poorly as a result of its “more complex physical residence requirements” and a “genuine link test” that “only provides some flexibility to how an individual can demonstrate residence on the island.”

Saint Kitts & Nevis and Vanuatu ranked highest in terms of the application’s turnaround and how fast citizenship is awarded to the HNWI. Both of these countries award citizenship in less than a month.

Comoros, Dominica, Grenada, Cyprus, Antigua & Barbuda, Cambodia and Saint Lucia also ranked highly in the citizenship timeline requirement with passports being issued in between one and five months.

When it comes to ease of processing, the Caribbean programs outranked their counterparts.

According to Professional Wealth Management’s research, “the Caribbean was awarded the highest number of points for its ability to offer applicants streamlined and clear procedures to apply for citizenship. This reflects two important points regarding the region. Firstly, the requirements imposed on applicants in the Caribbean each follow the same model, and secondly, these nations have all committed to making their procedures transparent.”

Finally, in terms of due diligence, “Dominica, Malta, and St Kitts and Nevis scored equally to take first place, owing to their unique data collection and due diligence features.”

For the full research project, have a look at the CBI Index and feel free to download the report.

MALTA CBI Index 

Maltaway to access to Malta, have a look here

Malta is an archipelago located in the central Mediterranean Sea and composed of three major islands: Malta, Gozo, and Comino. Maltese architecture reflects the many cultures that, throughout history, called the country home, with buildings drawing inspiration from differing styles ranging from Italian and French Baroque, to the British Neogothic and Victorian styles.

The country’s official languages are Maltese and English, contributing to Malta’s international character. Despite being one of Europe’s least populated nations, with around 415,000 citizens and only 300 km2 at its disposal, it is also one of the most densely inhabited.

Valletta is the capital of Malta and is often frequented as a political space for European meetings and conferences. It hosted, for example, the 2015 Valletta Summit on Migration, where European and African heads of government met to discuss the European migrant crisis. The city is recognised as a UNESCO World Heritage Site for its concentration of historical sites, particularly dating to the period in which Malta was governed by the Order of St John – also known as the Knights Hospitaller.

A European Union Member since 2004, and a member of the Eurozone since 2008, Malta has a healthy economy. The International Monetary Fund (IMF) forecasts Malta’s real GDP growth rate as 4.1 percent for 2016. Travel and tourism made a total contribution of 27.7 percent of GDP in 2015, expected to grow to 33.8 percent by 2026. Other significant sectors of Malta’s economy include wholesale and retail trade, especially by naval transport, and hospitality services.

PROGRAMME PROFILE

History & Law

As the European Commission’s first recognised citizenship by investment programme, Malta’s Individual Investor Programme is a strong contender on the European scene. Moulded in its current form by Legal Notice 47 of 2014, the Programme is capped at 1,800 successful applicants.

Investment Options & Key Fees

The Individual Investor Programme has a single three-tier investment strategy for applicants interested in obtaining citizenship of the island.

01

First, the applicant must make a €650,000 non-refundable contribution to the Malta National Development and Social Fund, a separate legal entity administered by a Board of Governors charged with using the funds to advance education, research, innovation, social purposes, justice and the rule of law, employment initiatives, the environment, and public health.

02

Applicants can then either purchase real estate at a minimum value of €350,000 or rent property at a cost of at least €16,000 per annum.  Whether the applicant chooses to purchase or rent, the real estate must be maintained for a period of five years, during which time it may not be let or sublet.

03

To complete the investment portfolio, the applicant must also acquire Government bonds, stocks, or special purpose vehicles for a value of €150,000, to be retained for a period of five years.

As well as meeting a qualifying contribution for investment, applicants must also pay due diligence fees, used to assess their suitability for citizenship. They must also purchase global health insurance, to be prolonged indefinitely.

Timeline & Processing Body

Applications for citizenship of Malta are processed by Identity Malta, a procedure that takes at least one year as applicants must show 12 months’ residence on the island. A residence card is issued to enable applicants to live on the island prior to gaining citizenship.

Benefits

Maltese citizenship does not come at the price of one’s previous nationality, as dual nationality was allowed in 2000. It brings a number of benefits including the right to live and work in the European Union, and visa-free travel to the Schengen Area and a total of over 165 countries and territories

MALTAWAY: INVESTING IN MALTA IN THE CALM WATERS OF A COUNTRY STABLE AND SAFE

Transfer to Malta your residence, your life, your family, your business, your wealth and assets, means improving your risk mitigation strategy

Corporate & Assets Governance, World Class, MALTA, Worldwide

Business English Jargon, from Malta to the real world

Business English Jargon, from Malta to the real world

Don’t say this at work

For the research, Morar Consulting surveyed 1,061 US employees working in offices with at least 5 people.

Curious about what other jargon the respondents identified really didn’t like? Take these from the survey. and use them or not at your discretion

Blue-sky thinking

Thinking creatively.

In the weeds

Too detailed.

Net-net

When you add up the pros and cons, this is the answer.

Synergize

Collaborate.

Datafication

Add numbers to improve the analysis.

Operationalize

Put into action.

Let’s parking lot this

Wait.

Siloed thinking

Forgetting to consider the impact on other teams or parts of the company.

Recontextualize

Let’s stop thinking of it this way and think about it this other way.

It’s time to eat a reality sandwich

Back to the real world for a second.

It’s time to put the soup through the strainer

There’s a lot of junk here we don’t need.

From Ladders…

MALTAway Business English solutions here, in Malta

 

and How to escape the lost productivity bubble

As for the excessive meetings, Taylor said that managers shouldn’t invite employees to ones they don’t necessarily need to be a part of.

But each team member should also “think and act like a leader”

by using their judgment when deciding if they need to attend, instead of constantly asking their bosses.

Malta, the FILM VALLEY in the Med Sea, Studios, school and funding

Malta, the FILM VALLEY in the Med Sea, Studios, school, and funding

 

The film commission has publicly presented the new 2018 funding regime, the film school and new Studios projects, to shape the new Film valley in the middle of the Mediterranean sea…kissed by the famous …

Maltese Golden Light.

https://www.maltafilmcommission.com/malta-film-fund/

The new scheme will be much more attractive, holistically speaking, than the one you can see in a wrap up below

The objective of the Malta Film Fund is to nurture and back the development and production of Maltese films and scripts (i.e. Feature Films, Short Films (production only), Creative Documentaries, and High Quality International TV Series), which in turn contributes towards building an Indigenous Film Industry. The fund offers three funding strands, one for development (Writers’ Grant and Development Grant) and one for production (Short Film Production for New Talent, Short Film Production, Production) and a third one for distribution, with a total budget allocation of €300,000. We welcome applications for film and script projects in all genres (including animation) from both new and established film-makers that aim to promote Maltese storytelling, Maltese stories and Maltese cinema and by doing so improve the structure and ultimately create a self-sustained Maltese film industry. An independent evaluation panel of highly esteemed professionals including foreign experts from the film industry are brought together to assess and review applications and to administer awards. As administrators of the Malta Film Fund and other schemes, The Malta Film Commission are working towards an alignment and coordination of various film support measures that will help support Maltese film making talent.

Malta Film Fund 2017 Schedule 

Types of Support Maximum Grant Percentage of Project Cost
Funded 
Writers’ Grant  €5,000 Up to 100%
Development Grant  €30,000 Up to 80%
Short Film Production – New Talent Grant €2,500 Up to 100%
Short Film Production Grant €20,000 Up to 100%
Production Grant  €120,000 Up to 50%
Film Distribution Marketing Grant €10,000 50% match-funding
International Film Festival Fees Grant €300 (Short Films)
€500 (Feature Films and
Documentaries)
50% match-funding

MALTAWAY: INVESTING IN MALTA IN THE CALM WATERS OF A COUNTRY STABLE AND SAFE

Transfer to Malta your residence, your life, your family, your business, your wealth and assets, means improving your risk mitigation strategy

Corporate & Assets Governance, World Class, MALTA, Worldwide

 

Malta, mercati e imprese, un’eccellenza nel mondo vicina a casa tua

Malta, mercati e imprese, un’eccellenza nel mondo vicina a casa tua

«Malta è un paese pro-business, a differenza dell’Italia, non solo nelle parole ma anche nella quotidiana esperienza. Qui la pubblica amministrazione è un consulente che ti aiuta a risolvere problemi. Le aliquote sono solo tre e quella massima è del 35% e per le aziende si paga in sostanza il 5%. Il reddito estero non va dichiarato e non è tassabile così come il capital gain per chi è residente e non è domiciliato, non esistono tasse patrimoniali sugli immobili e neppure tasse sulla raccolta dei rifiuti, la sanità è una eccellenza ed è gratuita per chi versa i contributi», dice Alberto Balatti, fondatore e managing partner di Maltaway. «Il governo è organizzato in authority che filtrano e orientano gli investimenti. Se un business vale una fetta già impor- tante del Pil, cercano di spostare i soldi in altri settori. Quali? Direi componentistica per auto, manifattura di alto livello, pharma, cosmetica, packaging e tutto quello legato al fintech e alle criptomonete e alla blockchain». Risultano in crescita anche il comparto del trasporto aereo e quello medicosanitario (cliniche private, case di cura e di riposo per anziani).

A differenza di molte ex-blasonate giurisdizioni come la Svizzera, UK, Estonia e la quasi totalità di quelle europee, qui a Malta per i NON_DOM non si pagano le tasse sui redditi e assets che hai nel mondo. 

http://www.maltaway.com/tasse-residenti-non-dom-malta/

Questo è un nostro piccolo contributo ad un articolo pubblicato in questi giorni sulla rivista periodica WORLD EXCELLENCE – Mercati e Imprese, MALTA, la Singapore del Mediterraneo, un titolo ispirato e che fa parte delle ragioni per cui riteniamo questa giurisdizione una World Excellence, come anche l’autore dell’articolo conferma dopo aver visitato di persona l’arcipelago.

world excellence Luglio 2017 maltaway malta

PERCHÈ MALTA?

MALTA è la tua nuova SVIZZERA e il tuo Nord Europa ma in mezzo al Mediterraneo, ispirata dal modello della Città-Stato dell’Isola di SINGAPORE. Con Maltaway Malta non avrà segreti per te.

CENTRO del MEDITERRANEO

Quale paese offre una qualità della vita, clima spettacolare 12 mesi all’anno,costi contenuti, collegamenti frequenti e low cost al massimo a 2 ore dalla tua città, un sistema di regole e fiscale competitivo in tutto il mondo?

PAESE LEADER

MALTA è la tua nuova SVIZZERA e il tuo Nord Europa ma in mezzo al Mediterraneo, stabile e sicuro,  ispirata dal modello della Città-Stato dell’Isola di SINGAPORE

TASSE SUL REDDITO, CAPITALE E PATRIMONIO

ZERO imposte di successione, ZERO imposte sul capitale e patrimonio, ZERO imposte sul capital gain, ZERO imposte sugli immobili, 5% imposte sui redditi d’impresa

 

MALTA, EUROPA, COMMONWEALTH, MONDO

Dove puoi trovare una comunità internazionale aperta e stimolata ad attirare persone, imprese, idee e capitali capaci di crescere insieme?

MALTA FINTECH HUB

Malta FinTech, un vero hub della finanza e della Tecnologia dell’ eGaming e eCommerce, servizi di eFinance e eBanking a supporto del mondo Consumer e  Corporate

 

COSA OFFRE MALTAWAY

Il Team di MALTAway offre un’ampia capacità, competenze ed esperienze, dai servizi societari e di governance alla consulenza di business e di management, dalle tematiche fiscali a quelle legali e regolamentari, sia societarie sia di protezione del patrimonio.

Investimenti, prodotti e servizi finanziari basati sulle nuove tecnologie e servizi finanziari e bancari tradizionali, strumenti di investimento e di ricerca e analisi finanziaria e quantitativa

Inoltre, abbiamo sviluppato una rete di partner locali accuratamente selezionati, capaci di consigliare e assistere clienti di qualsiasi settore e dimensione insieme a MALTAway a Malta e nel mondo

MALTAway offre i seguenti servizi ai clienti che vanno dalle start-up alle imprese consolidate, dalle imprese familiari alle società globali e ai HNWIs:

  • SERVIZI PER IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE: MALTAway offre risorse senior e qualificate, residenti a Malta, necessarie e adatte a ricoprire il ruolo di Direttore NON-Esecutivo Indipendente, con lo scopo di ampliare la capacità e le competenze del consiglio di amministrazione e di rispettare le leggi fiscali internazionali
  • SERVIZI GOVERNANCE: MALTAway mette a disposizione un personal trainer dedicato per i tuoi Membri del CdA e per il tuo Leadership Team, offrendo supporto e consulenza in materia di governance e investimenti, sia a fronte di problematiche emergenti dovute a variazioni di mercato e/o a specifici piani di crescita.
  • BUSINESS SERVICE: Processi di Relocation, MALTAway opera come connettore del cliente con la comunità di business e di governo, assistendo i nostri clienti che si trasferiscono a Malta, nel massimizzare in poco tempo i benefici reali presenti e nel mettere a frutto le concrete opportunità che questa giurisdizione offre
  • SERVIZI FISCALI: locali, europei, globali, regolamentazioni OCSE, BEPS (base erosion and profit shifting)
  • SERVIZI LEGALI: Corporate, Holding, Fondazione & Trust, Corporate & Fiduciary Services, ridomiciliazione per individui e imprese
  • SERVIZI FINANZIARI: Banking, Treasury, Investment & Merchant Banking, Asset Allocation
  • RELOCATION SERVICES: pacchetti completi di trasferimento per le Società, Dirigenti, Dipendenti e Individui, dal viaggio alla scuola per i figli, alla scelta della casa e degli uffici alle coperture assicurative
  • CORSI INGLESE CORPORATE: pacchetti individuali e collettivi per Executives, Managers, Dipendenti e loro famiglie

 Board, Governance & Investments – New way for Global thinking & Local Actions 

Malta un paese digitale per consumatori e imprese

Malta, la tecnologia e la cultura digitale diffusa tra cittadini, governo e imprese fanno da collante sociale e leva della crescita economica del paese, con dati che portano Malta ad essere sempre sopra la media EU e per alcuni settori specifici ai vertici Europei.

Per Eurostat, Malta è il secondo paese nella classifica di utilizzo dei social media, primo nelle practice di e-Government e nella ricerca di personale con skills technologiche e ICT

Abbiamo le prove, dove la cultura Mediterranea si è fusa con quella anglosassone, puoi avere eccellenza e le migliori practices, nel centro del Mediterraneo e in Europa, collegati con il mondo …

MALTAWAY: INVESTIRE A MALTA NELLE ACQUE TRANQUILLE DI UN PAESE STABILE E SICURO

Trasferire a Malta la residenza, la tua vita, i tuoi familiari, il tuo business, il tuo patrimonio, significa migliorare la gestione del tuo rischio

Corporate & Assets Governance, World Class, MALTA, Worldwide

E anche per i migliori programmi di EDUCATION, dai corsi di Inglese a un MBA


Da INDEPENDENT …

While it is no surprise that Maltese internet users are somewhat obsessed with social media, he EU’s statistics office Eurostat has confirmed that it is the second highest EU state logged on to such services.

Eurostat has updated data on internet usage, released on 13 July, among the 28 member states. The data delves into personal internet usage, household data and businesses’ use of internet through targeted ads and social media.

It found that in the EU, 63 per cent of internet users aged between 16 and 74 used social networks in 2016. The number one EU state for social media usage was Hungary at 83 per cent, followed by Malta at 82 per cent, and Belgium in third place at 80 per cent.

http://ec.europa.eu/eurostat/cache/infographs/ict/vis/internet_activities/index.htmlSome statistics are expected, such as Malta ranking number one in the employment of people educated in ICT at 98 per cent – meaning that 98 per cent of those who are educated in ICT are currently employed in the sector. In view of the labour market thriving on services based jobs, such as finance, insurance, catering and ICT, this news comes as no surprise.

Online usage: reading news, making video calls, listening to music and more

Of those aged 16 to 24, the proportion of internet users who are active on social media rises to 96 per cent. Interestingly, senior citizens in Malta are also more social media savvy than their European counterparts. The EU average for those aged between 64 and 75 is 32 per cent, but this figure rises to 51 per cent in Malta.

Turning to online phone or video calls, which are often used through services such as WhatsApp, Skype, Facebook and Facetime, Malta ranks 11th highest in the 28-member bloc. Among internet users aged between 16 and 75, 48 per cent use online services for phone and video calls. The figure rises to 63 per cent among those aged between 16 and 24, and drops to 45 per cent for those aged 65 and 74 – further reinforcing the idea that elderly people in Malta are increasingly making use of online services.

With regards online news, which has for the most part remained a free service among local news providers, Malta ranks number 12 in the EU. A proportion of 79 per cent of internet users aged between 16 and 75 say they access news online. This category registered the least discrepancy between young internet users (16-24) and older internet users (64-75), at 71 and 77 per cent respectively.

Oddly enough, the EU country with the least proportion of internet users reading online news is Ireland, at just 49 per cent, with the number one country being Luxembourg with 93 per cent of internet users.

It is no surprise that Malta ranks high for listening to music online, in view of the small local market and the accompanying unfeasibility for radio and television stations to pay royalties for a vast array of international music. Malta ranked number three for online music listeners at 65 per cent, with the EU average being 50 per cent. A proportion of 88 per cent of young internet users say they listen to their music online, with the figure plunging by more than half for older internet users (40 per cent).

Malta is the sixth highest member state where people view videos online, either though commercial services such as Netflix or sharing services such as YouTube. A proportion of 79 per cent say they watch online videos, with a staggering 95 per cent of 16-24-year-olds and 58 per cent of 64-75- year-olds who also watch online videos.

Internet banking, e-mails, travel and accommodation

While the Maltese love their social media, there is still some way to go for internet banking, with the island ranking 15th highest of all 28 EU states. A proportion of 60 per cent of internet users say they do, just above the EU average of 59 per cent. Fifty-seven per cent of 16- to 24-year-olds make use of this service, dipping to 46 per cent for those aged 64 to 75.

The EU nation that makes the most of internet banking is Finland at 92 per cent, while Bulgaria registers the least usage at just seven per cent.

Many students cannot imagine carrying out research without using the internet as a first point of reference. Overall however, Malta ranks 16th in the EU for internet users looking for information online, at 83 per cent. Among internet users aged 16-24, 85 per cent say they look for information online, with just 61 per cent of older internet users saying they also do this.

Italy is the country with the least proportion of internet users who research online at just 50 per cent, while Germany was registered first at 92 per cent.

Turning to sending and receiving e-mails, 80 per cent of internet users in Malta do this, with a high 73 per cent of 65-74-year-olds who also use this. Malta is 19th out of the 28 member states.

Mobile internet usage, households with fixed broadband

The EU average for 16-75 year-olds who access internet through mobile phones stands at 79 per cent. In the case of Malta, the figure is slightly higher at 83 per cent. Ninety-three per cent say they access the internet from any device or platform on a daily basis.

Malta has also surpassed the EU average for households with a fixed broadband connection, at 80 and 74 per cent respectively. This is taken as a percentage of all households in whichever member state is being surveyed. Italy is last with just 55 per cent, while Luxembourg is number one at 96 per cent.

Shopping online

Malta tied in second place for internet users ordering clothes and sports goods online, at 72 per cent, surpassed only by Bulgaria at 78 per cent.

 

http://ec.europa.eu/eurostat/cache/infographs/ict/vis/business-and-ict-specialist/index.htmlLocal businesses and the internet, how tech savvy are Maltese businesses?

The tiny island in the heart of the Mediterranean has continued to surpass the EU average across a number of categories, with 77 per cent of local businesses registering a mobile broadband connection. This is eight points higher than the EU average of 69 per cent.

With regard to how many businesses provide their employees with a portable device, taken again as a percentage of all businesses, Malta registered 73 per cent, with the EU average at 69 per cent.

Among the EU, the highest share of businesses with internet access with social media networks were recorded in Malta at 73 per cent. Malta continued to rank number one as regards internet advertising among local businesses (47 per cent), share of younger ICT specialists (15-34 years, 63 per cent) and highest employment rate for persons with an ICT education (98 per cent).

Locally, there was the highest rate for businesses trying to recruit or having managed to recruit an ICT specialist at 15 per cent, followed by Spain, Luxembourg and the UK at 13 per cent each.

In terms of businesses with an ICT security policy with a focus on disclosure of confidential data, Malta again came number one at 92 per cent, surpassing the UK and Ireland who are tied at 91 per cent.

Cost of living in Valletta, Malta

 

Cost of living in Valletta, Malta … by Expatistan

Ecco le risposte ad una domanda frequente ….


Qui i dati da Numbeo sul costo della vita a Sliema aggiornati a Luglio 2017

Qui articoli correlati

Malta way : basso costo della vita a Malta . Un raffronto tra Sliema e Milano

Eurostat costo della vita in Europa: Svizzera 154, Italia 102, Malta 83

Con MALTAway Advisory, proposte, soluzioni

MALTAWAY: INVESTIRE A MALTA NELLE ACQUE TRANQUILLE DI UN PAESE STABILE E SICURO

Trasferire a Malta la residenza, la tua vita, i tuoi familiari, il tuo business, il tuo patrimonio, significa migliorare la gestione del tuo rischio

Corporate & Assets Governance, World Class, MALTA, Worldwide

Perchè vivere, investire, fare business a Malta

MALTA è la tua nuova SVIZZERA e il tuo Nord Europa ma in mezzo al Mediterraneo, ispirata dal modello della Città-Stato dell’Isola di SINGAPORE


Food
Basic lunchtime menu (including a drink) in the business district €11
Combo meal in fast food restaurant (Big Mac Meal or similar) €7
500 gr (1 lb.) of boneless chicken breast €3.33
1 liter (1 qt.) of whole fat milk €0.87
12 eggs, large €2.20
1 kg (2 lb.) of tomatoes €1.96
500 gr (16 oz.) of local cheese €3.96
1 kg (2 lb.) of apples €2.38
1 kg (2 lb.) of potatoes €1.40
0.5 l (16 oz) domestic beer in the supermarket €1.28
1 bottle of red table wine, good quality €4.57
2 liters of Coca-Cola €1.88
Bread for 2 people for 1 day €0.73
Housing
Monthly rent for 85 m2 (900 Sqft) furnished accommodation in EXPENSIVE area €1,256
Monthly rent for 85 m2 (900 Sqft) furnished accommodation in NORMAL area €684
Utilities 1 month (heating, electricity, gas …) for 2 people in 85m2 flat €81
Monthly rent for a 45 m2 (480 Sqft) furnished studio in EXPENSIVE area €713
Monthly rent for a 45 m2 (480 Sqft) furnished studio in NORMAL area €441
Utilities 1 month (heating, electricity, gas …) for 1 person in 45 m2 (480 Sqft) studio €55
Internet 8 Mbps (1 month) €23
40” flat screen TV €506
Microwave 800/900 Watt (Bosch, Panasonic, LG, Sharp, or equivalent brands) €122
Laundry detergent (3 l. ~ 100 oz.) €5.31
Hourly rate for cleaning help €7
Clothes
1 pair of jeans (Levis 501 or similar) €75
1 summer dress in a High Street Store (Zara, H&M or similar retailers) €37
1 pair of sport shoes (Nike, Adidas, or equivalent brands) €89
1 pair of men’s leather business shoes €79
Transportation
Volkswagen Golf 1.4 TSI 150 CV (or equivalent), with no extras, new €24,439
1 liter (1/4 gallon) of gas €1.33
Monthly ticket public transport €25
Taxi trip on a business day, basic tariff, 8 km. (5 miles)
Personal Care
Cold medicine for 6 days (Tylenol, Frenadol, Coldrex, or equivalent brands) €7
1 box of antibiotics (12 doses) €16
Short visit to private Doctor (15 minutes) €16
1 box of 32 tampons (Tampax, OB, …) €4.00
Deodorant, roll-on (50ml ~ 1.5 oz.) €3.39
Hair shampoo 2-in-1 (400 ml ~ 12 oz.) €3.86
4 rolls of toilet paper €1.20
Tube of toothpaste €2.26
Standard men’s haircut in expat area of the city €11
Entertainment
Basic dinner out for two in neighborhood pub €33
2 tickets to the movies €15
2 tickets to the theater (best available seats) €45
Dinner for two at an Italian restaurant in the expat area including appetisers, main course, wine and dessert €61
1 cocktail drink in downtown club €6.00
Cappuccino in expat area of the city €2.18
1 beer in neighbourhood pub (500ml or 1pt.) €3.09
iPod nano 16GB €174
1 min. of prepaid mobile tariff (no discounts or plans) €0.26
1 month of gym membership in business district €43
1 package of Marlboro cigarettes €5.39

MALTA Governo, economia, gaming e finanza da carbon based a silicon based, blockchain e crypto in Europa

MALTA Governo, economia, gaming e finanza da carbon based a silicon based, blockchain e crypto in Europa

Il Governo maltese ha un programma per introdurre la tecnologia basata sulla blockchain e le crypto currencies ed implementare le innovazioni nel Catasto e nel Servizio sanitario nazionale.

Malta vuole essere il primo paese ad ufficializzare il modello innovativo basato sulla blockchain e le crypto currencies, e trasformare questa giurisdizione, compliant con le norme OCSE ed Europeee e con la normativa internazionale di anti-money laundering, nel modello da imitare in Europa e nel mondo

Come Malta è stata capace di divenire la giurisdizione di eccellenza per regolamentazione e competenze nel settore del remote gaming, così vuole percorrere la stessa strada in questo settore dell’innovazione tecnologica.

Lo stesso Governo e la Malta Gaming Authority, hanno predisposto una semplificazione e miglioramento del sistema regolamentare del settore, per consentire alle crypto currencies di divenire un normale sistema di pagamento.

SERVIZI SOCIETARI, CONSIGLIO di AMMINISTRAZIONE, GOVERNANCE, TASSE, LEGALE, CONSULENZA SOCIETARIA

MALTAway fornisce servizi societari e si fonda su principi semplici e rigorosi: credibilità , integrità , trasparenza e rigore.

Per essere credibili, si deve essere innanzitutto trasparenti e rigorosi, questo è un nostro valore.

MALTAway è una Società di Consulenza e Servizi, per il Consiglio di Amministrazione, per la Governance Societaria, per gli Investimenti.

La nostra attività e quella di consigliare e aiutare i nostri clienti nel migliorare le proprie performances e nella crescita, attraverso un approccio strategico e globale

Con sede legale a Malta, MALTAway ha sviluppato e guidato molteplici progetti in diversi settori di attività e paesi

La Mission di  MALTAway è anche quella di promuovere MALTA e le sue opportunità e capacità di Business, Governance e Globalizzazione.

Un ambiente pro-business e uno stile di vita unico e vincente, sono capaci di attrarre a Malta Professionisti qualificati, Capitali, Aziende, Imprenditori e High Net Worth Individuals ( HNWI ), interessati a trasferirsi in questa giurisdizione per fare Business, Investire, Lavorare

COSA OFFRE MALTAWAY

Il Team di MALTAway offre un’ampia capacità, competenze ed esperienze, dai servizi societari e di governance alla consulenza di business e di management, dalle tematiche fiscali a quelle legali e regolamentari, sia societarie sia di protezione del patrimonio.

Investimenti, prodotti e servizi finanziari basati sulle nuove tecnologie e servizi finanziari e bancari tradizionali, strumenti di investimento e di ricerca e analisi finanziaria e quantitativa

Inoltre, abbiamo sviluppato una rete di partner locali accuratamente selezionati, capaci di consigliare e assistere clienti di qualsiasi settore e dimensione insieme a MALTAway a Malta e nel mondo

MALTAway offre i seguenti servizi ai clienti che vanno dalle start-up alle imprese consolidate, dalle imprese familiari alle società globali e ai HNWIs:

  • SERVIZI PER IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE: MALTAway offre risorse senior e qualificate, residenti a Malta, necessarie e adatte a ricoprire il ruolo di Direttore NON-Esecutivo Indipendente, con lo scopo di ampliare la capacità e le competenze del consiglio di amministrazione e di rispettare le leggi fiscali internazionali
  • SERVIZI GOVERNANCE: MALTAway mette a disposizione un personal trainer dedicato per i tuoi Membri del CdA e per il tuo Leadership Team, offrendo supporto e consulenza in materia di governance e investimenti, sia a fronte di problematiche emergenti dovute a variazioni di mercato e/o a specifici piani di crescita.
  • BUSINESS SERVICE: Processi di Relocation, MALTAway opera come connettore del cliente con la comunità di business e di governo, assistendo i nostri clienti che si trasferiscono a Malta, nel massimizzare in poco tempo i benefici reali presenti e nel mettere a frutto le concrete opportunità che questa giurisdizione offre
  • SERVIZI FISCALI: locali, europei, globali, regolamentazioni OCSE, BEPS (base erosion and profit shifting)
  • SERVIZI LEGALI: Corporate, Holding, Fondazione & Trust, Corporate & Fiduciary Services, ridomiciliazione per individui e imprese
  • SERVIZI FINANZIARI: Banking, Treasury, Investment & Merchant Banking, Asset Allocation
  • RELOCATION SERVICES: pacchetti completi di trasferimento per le Società, Dirigenti, Dipendenti e Individui, dal viaggio alla scuola per i figli, alla scelta della casa e degli uffici alle coperture assicurative
  • CORSI INGLESE CORPORATE: pacchetti individuali e collettivi per Executives, Managers, Dipendenti e loro famiglie

 Board, Governance & Investments – New way for Global thinking & Local Actions 


Gambling operators will soon be allowed to use cryptocurrencies

Malta Gaming Authority all set to embrace blockchain…but activists urge it to speed up its effortsMalta’s gambling and gaming operators will soon be allowed to use cryptocurrenciees, the Malta Gaming Authority has pledged.

In a recent White Paper, the MGA pledged to allow its licensees to use crypto-currencies in the immediate future, describing them as “fast and cost-effective alternatives to traditional payment mechanisms”.

To ensure that a legal embrace of virtual currencies doesn’t lead to a rise in web crime or harm the reputation of Malta’s jurisdiction, the MGA has commissioned a detailed study.

The study, that will propose a legal framework with anti-crime safeguards, will be put up for public consultation towards the end of the year.

Meanwhile, the anti-money laundering directive is also currently being revised to include further provisions specific to crypto-currencies.

Prime Minister Joseph Muscat said in April that Malta will become one of the first countries in the world to embrace blockchain, the technology underlying Bitcoin and under crypto-currencies.

“This is not just about Bitcoin, and I also look forward to seeing blockchain technology implemented in the Lands Registry and the national health registries,” he said. “Malta can be a global trail-blazer in this regard.

“I understand that regulators are wary of this technology but the fact is that it’s coming. We must be on the frontline in embracing this crucial innovation, and we cannot just wait for others to take action and copy them. We must be the ones that others copy.”
The MGA and parliamentary secretary Silvio Schembri launch the White Paper

Blockchain activists: ‘MGA pledge just a small step’

Bitmalta, a newly-set up pressure group to advocate blockchain technology and virtual currencies, welcomed the MGA’s pledge but insisted it must only be the start of something larger.

“Since Malta prides itself as being one of the main hubs for remote gaming, it is only logical that it should support suppliers and operators alike in adopting one of the most promising technological advances of the last decade,” it said in a statement.

“However, this is just one small step which has been taken in progressing towards full adoption of the blockchain technology and cryptocurrencies, and possibly a late one at that.”

Bitmalta noted that jurisdictions such as the UK have already legislated in favour of the use of cryptocurrencies by remote gaming operators.

“Unless Malta wants to play second fiddle to such jurisdictions, it should ramp up its efforts to embrace such technologies by speeding up the process and employing the services of experts readily available in Malta who would be more than glad to aid Malta in repeating its resounding success achieved in 2004 when it became the first jurisdiction in Europe to successfully regulate remote gaming.

“The opportunity is ripe for such a historic advance, which would even dwarf what was achieved in 2004.”

http://www.maltatoday.com.mt/business/technology/78899/gambling_operators_will_soon_be_allowed_to_use_cryptocurrencies_#.WWiPLNN95o4

Internazionalizzazione e Education per Persone e Aziende da Malta

Internazionalizzazione e Education per Persone e Aziende da Malta

Sulla prestigiosa rivista di Management Italiana, Direzione del Personale, edita da AIDP, una splendida sintesi della collega Avv. Rossella Gianazza, dove le azioni finalizzate alla internazionalizzazione si fondono in un percorso di Investimenti e Protezione degli Assets con una nuovo percorso nell’Istruzione.

Perchè Internazionalizzazione per persone e imprese significa considerare le proprie radici come la fonte della propria Identità individuale e del proprio brand e NON piú come il centro del proprio mondo, con un ruolo dell’Education Internazionale nel nutrirci della ricchezza e della nuova linfa della Diversità … da qui nasce il cambiamento, da qui si genera l’evoluzione delle persone e delle organizzazioni.

Direzione Personale INTERNAZIONALIZZAZIONE MALTA way BALATTI GIANAZZA

Nel mondo globale di oggi, paradossalmente, i confini e le barriere da una parte cadono e diventano piu’ evanescenti, dall’altra si moltiplicano e si sovrappongono, come sistemi di potere, di supremazia, di controllo, di difesa o come invisibili muri valoriali e culturali.

Solo chi ha il coraggio di attraversare questi confini fisici e mentali, di uscire dalla bolla di quotidianita’ del conosciuto e familiare verso un universo di diversita’ di persone, culture, tradizioni, solo chi ripudia le omologazioni puo’ cogliere le opportunita’ e la ricchezza che deriva da esperienze diversificate , puo’ riconoscere il valore di complesse e molteplici identita’.

Le nostre storie personali e professionali ci hanno portato a sperimentare, conoscere ed apprezzare persone, culture e tradizioni differenti da quelle ove avevamo le nostre radici.

Alberto negli anni ha acquisito una consolidata esperienza che lo ha portato a conoscere e vivere giurisdizioni differenti, ad occuparsi di Governance, Finance e Management di Aziende Globali e Famigliari, ad essere Managing Partner nella Consulenza aziendale in realtà italiane e Internazionali e Consigliere Indipendente / NED (Direttore non esecutivo) .

Rossella, avvocato, con un passato da legale prima in studi professionali poi in uno dei primi gruppi bancari italiani e in una multinazionale americana, ha maturato ora una competenza specifica in materia di residenza, ridomiciliazione, tutela del patrimonio nonche’ nel settore Education all’estero.

Ci siamo trasferiti a Malta da diversi anni ,dove abbiamo messo a frutto le precedenti esperienze professionali e fondato Maltaway che si occupa, con un approccio olistico, di rispondere a tutte le necessita’ che si trovano ad affrontare le persone patrimonializzate (HNWIs), le famiglie , i pensionati o le aziende che decidono di trasferirsi o investire in questa giurisdizione.

Per noi essere globali significa infatti , sia come individui che come imprese , cogliere le opportunita’ ed i vantaggi competitivi che offrono i diversi paesi.

Per un individuo vuol dire decidere di trasferire la residenza all’estero in nazioni piu’ attraenti, economicamente e socialmente sicure e stabili, con alta qualita’ della vita , mai guidati, a nostro parere, solo da scelte di esclusivo vantaggio fiscale.

Una persona o un professionista, senza trasferirsi a vivere all’estero, puo’ anche solo scegliere di diversificare i propri assets o investimenti verso paesi diversi o utilizzare strumenti pienamente legali per la protezione del proprio patrimonio.

Malta ad esempio consente di uscire dallo schema della “worldwide taxation ” previsto dal sistema fiscale italiano, secondo cui si assoggettano a tassazione i redditi dei cittadini ovunque prodotti nel mondo, e di acquisire invece la residenza fiscalmente come non domiciliato.

Questo regime, tipico del mondo anglosassone in paesi come Malta, Irlanda ed in parte in Gran Bretagna, presente l’indubbio vantaggio di rendere tassabili i soli redditi prodotti nel paese di residenza mentre sono esclusi da tassazione il clean capital o il capital gains prodotto all’estero e totalmente o parzialmente rimessi nel paese.

La giurisdizione di Malta offre inoltre diversi strumenti giuridici di tutela del patrimonio personale e aziendale, lontani dagli obsoleti ed inefficaci istituti come quello dei fondi patrimoniali, atti a proteggere beni immobili o azioni/diritti di un’impresa o altri beni mobili attraverso ad esempio il Trust o la Fondazione Privata maltese.

Quest’ultima e’ uno strumento flessibile che si adatta a diversi scopi e che consente di segregare i beni personali in una organizzazione diversa e distinta dalla persona fisica che li utilizza.

Il processo di internazionalizzazione e’ oggi alla portata di molti e andrebbe sfruttato per le possibilita’ che e’ in grado di offrire, ovviamente nel rispetto delle norme internazionali che ormai hanno dichiarato fuorilegge l’off-shore , per il movimento di persone, capitali, beni e servizi .

Per un’impresa internazionalizzarsi non vuol dire solo aprirsi alla commercializzazione verso mercati esteri.

Questa idea e’ estremamente riduttiva.

Vuol dire delocalizzare l’azienda o parte di essa, aprire nuove societa’, holding, sedi, filiali, trasferire attivita’ di tesoreria, di protezione di proprieta’ intellettuali, di e-commerce , tutelare i propri assets .

Costituire una societa’ all’estero non e’ sinonimo di elusione fiscale perche’ il tutto puo’ essere fatto nella pieno rispetto delle normative, ma per l’impresa vuol dire cogliere tutte le opportunita’ di crescita in un mercato globale, diversificare i rischi aziendali, avere accesso a competenze ed esperienze differenti, usufruire dei vantaggi di fiscalita’ meno pressanti e di sistemi burocratici piu’ snelli, sfruttare tutele patrimoniali piu’ incisive.

Scegliere una giurisdizione compliant e trasparente, con un basso regime di costi ed una tassazione estremamente competitiva, in un regime burocratico e amministrativo snello e flessibile come Malta, puo’ essere una scelta di differenziazione e di efficienza per l’impresa.

Come individui o professionisti abbiamo la possibilità concreta di agire, di aprirci al confronto, di fare grandi passi verso il cambiamento senza dover solo aspettare dagli altri cambiamenti memorabili.

L’educazione, intesa nella sua accezione piu’ ampia ‘’non solo come trasmissione di valori e comportamenti ma anche come processo di acquisizione di nozioni ed abilita’’, e’ il primo passo e il mezzo piu’ potente che puo’ portare al cambiamento e ad una differente lettura della realta’.

In un mondo globalizzato, dove aumentano esponenzialmente le interazioni tra le persone e i flussi di informazione, solo un’elevata conoscenza della lingua inglese puo’ consentire di avere accesso aperto al network di informazioni globale dove si trovano le competenze più rilevanti, diverse ed innovative e di potersi relazionare con le persone che le posseggono e le sviluppano.

Consapevoli dell’importanza che l’educazione riveste nel processo di crescita e cambiamento degli individui, dedichiamo una parte delle risorse di Maltaway per offrire servizi di formazione linguistica in inglese rivolti ai piu’ giovani, agli adulti, alle famiglie che vogliono abbinare la vacanza lo studio , nonche’ assistiamo le aziende nei progetti di qualificazione di managers e dipendenti.

Malta infatti rappresenta un’ alternativa competitiva e una risposta qualificata rispetto ai tradizionali mercati dei corsi di inglese che si tengono nelle principali citta’ italiane, o in Inghilterra e Irlanda.

A Malta , dove l’inglese e’ lingua ufficiale e la formazione scolastica e’ di matrice anglosassone, vi e’ anche la possibilita’ di frequentare corsi specialistici per l’ottenimento di lauree in Business Studies rilasciate da Universita’ Inglesi o Master in Business Administration, nella formula sia full time sia part time, in un week end di media ogni 1/2 mesi, studiata proprio per gli Executives per conciliare l’attivita’ formativa con quella lavorativa.

 I processi ed i cambiamenti in corso richiedono di agire, senza ulteriori esitazioni, attraverso scelte e impegni personali per colmare le lacune con le necessarie competenze richieste in un mondo del lavoro divenuto ormai globale, allo stesso modo le aziende devono pensare senza ulteriori indugi a strategie efficaci di formazione per le proprie risorse per integrarsi ed essere parte attiva nel processo di internazionalizzazione perche’ la sfida competitiva globale non puo’ vederle impreparate.

Alberto Balatti e avv.Rossella Gianazza

http://www.maltaway.com/chi-siamo/

 Riferimenti:

 http://www.maltaway.com/

e-mail : maltaway.info@gmail.com

 

 

 

Alla scoperta di Malta, l’isola gialla di Rossella: voi espatriereste qui?

Alla scoperta di Malta, l’isola gialla di Rossella: voi espatriereste qui?

Le splendide amiche del blog Amiche di fuso, noto come punto di riferimento delle donne esptriate, per ospitare racconti di vita, esperienze, emozioni, sensazioni, gioie e dolori, hanno pubblicato un racconto di Rossella, del team di Maltaway, per andare alla scoperta della ”sua isola gialla” e…innamorarsene!!

http://www.amichedifuso.com/2017/05/26/vivere-a-malta/

Pronti a vedere Malta attraverso gli occhi innamorati di Rossella? 

Quando lui mi ha detto andiamo a vivere a Malta ho impiegato due notti per prendere una decisione e poi ho detto SI’.

Stanca del solito lavoro, ormai senza nessuna motivazione o interesse, e della vita da pendolare su Milano, felice di realizzare quello che era un desiderio di anni, ho detto quel fatidico sì.

Nessuna festa per salutare chi rimaneva, forse per dare continuità alla nostra nuova vita senza separazioni o, forse, non ancora sicuri della nostra scelta.

Dopo pochi mesi, organizzata una piccola spedizione e con due pesanti valigie al seguito, salutata una grande amica che ci ha accompagnato in aeroporto e lasciato scorrere un fiume di lacrime, alla bella età di 50 anni, sono sbarcata su questa splendida isola.

Ora ci vivo da alcuni anni.

Appena atterrata mi hanno accolto i colori ambrati del deserto, la terra bruciata dal sole, le case con i tetti piatti con le taniche d’acqua e il bucato steso ad asciugare, il vociare fragoroso dei suoi abitanti in una lingua incomprensibile, i nomi dei paesi così arabeggianti.

Milano non l’ho mai amata, anzi in molte occasioni l’ho odiata.

Valletta mi ha fatto innamorare fin dal primo giorno.

A Malta ho ritrovato gli stimoli giusti per ripartire da capo, quella progettualità e voglia di costruire qualcosa persa da tempo, la possibilità di dedicarmi nel mio  lavoro, oltre alla mia professione come legale,  anche alle mie grandi passioni cioè il mondo dei viaggi e dell’Education.

Malta mi ha fatto ritrovare il sorriso del cartolaio, del ferramenta, del piccolo negoziante di alimentari dove in un buco di pochi metri quadri trovi tutto quello che ti può servire come in un bazar.

Mi ha fatto dimenticare i visi tristi di tutti i giorni in metropolitana di perfetti sconosciuti che intendono rimanere tali.

Mi ha fatto incontrare gente locale alla fermata del bus, su una panchina, in un bar, su una spiaggia, pronti a dialogare senza sosta, senza tempo, senza fretta di scappare via e pronti ad accompagnarti fin sotto casa in auto quando hanno cancellato la corsa del bus che stavi aspettando.

Io amo definire Malta l’isola del giallo.

Il giallo è il colore tipico della pietra calcarea maltese con cui sono costruiti la maggior parte dei suoi edifici e che riluccica di giorno illuminato dal sole e crea atmosfere fiabesche alla sera sotto la luce dei lampioni.

Il giallo è anche il colore del sole che contrasta con l’azzurro del suo mare meraviglioso e il blu del suo cielo.

Il giallo è il colore della sfoglia dei pastizzi, il tipico cibo da strada maltese, riempiti di ricotta o di crema di piselli da gustare caldi appena sfornati a colazione con il cappuccino come fanno i maltesi.

E’ stato un amore a prima vista tanto che dopo un anno che ero qui mi ha fatto venire la voglia di scrivere la mia guida di Malta attraverso i miei occhi e le mie esperienze, di raccontare la mia isola gialla.

Quando rientro a Milano rivedere il grigio dei nostri palazzi ordinati nelle nostre cittadine ordinate mi lascia un senso di tristezza.

Oramai mi sono abituata anche al ‘’disordine’’ maltese dove i palazzi moderni trovano spazio tra edifici diroccati pronti per essere abbattuti, dove convivono stili diversi senza nessun rigore estetico ed architettonico, dove le strade sono un susseguirsi di buche e dossi, dove l’auto viene lasciata in mezzo alla via per scendere a salutare un amico al bar, dove l’autista del bus ferma il mezzo pieno di gente per andare a prendere un panino al bar.

A chi mi chiede com’è Malta dico che è l’isola dei contrasti dove convivono la calorosità della cultura mediterranea con la rigidità anglosassone, dove i suoi edifici antichi si integrano con quelli moderni, dove il sacro si unisce al profano, dove le tradizioni radicate del suo popolo coesistono con altre diverse culture del mondo.

Mi piace andare nei suoi villaggi all’interno di Malta o nella vicina isola di Gozo dove la vita scorre ancora tranquilla, i bimbi giocano liberi nei parchi ed i vecchi stanno seduti al bar a chiacchierare.

La quiete viene scossa solo dalle tradizionali feste religiose che si tramutano poi in assordanti parate delle bande musicali, in concerti a tutto volume e negli immancabili fuochi d’artificio che illuminano le notti maltesi da aprile ad ottobre.

Mi piace la sensazione di camminare vicino al mare  e di riempirmi la mente dei suoi colori.

Quando ho bisogno di riflettere, di riprendermi  anche da momenti di sconforto o tristezza, di gioire, ma anche di non pensare, mi siedo su quella che è diventata la mia panchina in riva al mare …e anche la mia mente si colora di giallo!

Rossella, Malta.

GUIDA di MALTA

MALTAway TRAVEL

MALTAWAY: INVESTIRE A MALTA NELLE ACQUE TRANQUILLE DI UN PAESE STABILE E SICURO

Trasferire a Malta la residenza, la tua vita, i tuoi familiari, il tuo business, il tuo patrimonio, significa migliorare la gestione del tuo rischio

Corporate & Assets Governance, World Class, MALTA, Worldwide

MALTA la nuova residenza degli Italiani

MALTA la nuova residenza degli Italiani

“Corsa alla residenza estera. Nel 2016 sono aumentati del 30% gli italiani che hanno spostato la residenza a Malta, intorno al 17% quelli che hanno optato per Portogallo e Irlanda, come anche Albania e Qatar. Rispetto al 2015, circa 190 mila persone hanno abbandonato la residenza italiana (+3,87%).”

http://www.italiaoggi.it/giornali/preview_giornali.asp?id=151899&codiciTestate=&sez=giornali

Possiamo testimoniare un fenomeno in crescita negli ultimi 4 anni, non lo definirei una FUGA, ma un ritorno ai vecchi valori e alle opportunità perdute, in una giurisdizione molto globale, con un sistema regolatorio anglosassone ed una condizione di crescita socio economica da far invidia alle tigri asiatiche

Perchè vivere, investire, fare business a Malta

MALTA è la tua nuova SVIZZERA e il tuo Nord Europa ma in mezzo al Mediterraneo, ispirata dal modello della Città-Stato dell’Isola di SINGAPORE

A parte il desiderio di essere qui a Malta ora, che questa foto suscita,  rispondi a queste domande:

Come vedi il futuro dell’Italia, di una persona o imprenditore, onesto, non parassita, competente, creativo, motivato a crescere e a creare?

Quale paese offre una qualità della vita, clima spettacolare 12 mesi all’anno,costi contenuti, collegamenti frequenti e low cost al massimo a 2 ore dalla tua città, un sistema di regole e fiscale competitivo in tutto il mondo?

Dove puoi trovare una comunità internazionale aperta e stimolata ad attirare persone, imprese, idee e capitali capaci di crescere insieme?

Noi, dopo un lungo e approfondito confronto di esperienze e analisi, abbiamo la risposta!

Trasferire a Malta la residenza, la tua vita, i tuoi familiari, il tuo business, il tuo patrimonio, significa migliorare la gestione del tuo rischio

MALTA è la tua nuova SVIZZERA e il tuo Nord Europa ma in mezzo al Mediterraneo, ispirata dal modello della Città-Stato dell’Isola di SINGAPORE. Con Maltaway Malta non avrà segreti per te.
CENTRO del MEDITERRANEO
Quale paese offre una qualità della vita, clima spettacolare 12 mesi all’anno,costi contenuti, collegamenti frequenti e low cost al massimo a 2 ore dalla tua città, un sistema di regole e fiscale competitivo in tutto il mondo?
PAESE LEADER
MALTA è la tua nuova SVIZZERA e il tuo Nord Europa ma in mezzo al Mediterraneo, stabile e sicuro, ispirata dal modello della Città-Stato dell’Isola di SINGAPORE
TASSE SUL REDDITO, CAPITALE E PATRIMONIO
ZERO imposte di successione, ZERO imposte sul capitale e patrimonio, ZERO imposte sul capital gain, ZERO imposte sugli immobili, 5% imposte sui redditi d’impresa

MALTA, EUROPA, COMMONWEALTH, MONDO
Dove puoi trovare una comunità internazionale aperta e stimolata ad attirare persone, imprese, idee e capitali capaci di crescere insieme?

MALTA FINTECH HUB
Malta FinTech, un vero hub della finanza e della Tecnologia dell’ eGaming e eCommerce, servizi di eFinance e eBanking a supporto del mondo Consumer e Corporate

MALTAWAY: INVESTIRE A MALTA NELLE ACQUE TRANQUILLE DI UN PAESE STABILE E SICURO

Trasferire a Malta la residenza, la tua vita, i tuoi familiari, il tuo business, il tuo patrimonio, significa migliorare la gestione del tuo rischio

Corporate & Assets Governance, World Class, MALTA, Worldwide

Corsi a Malta, Modi di dire inglesi

Corsi a Malta, Modi di dire inglesi

La conoscenza dei più diffusi modi di dire e delle principali espressioni inglesi ci permette non solo di approfondire la conoscenza dell’inglese più parlato e colloquiale ma anche di comprendere letture spesso misteriose quando vi ci si imbatte ad esempio su una pagina web inglese. Alcune di queste espressioni sono analoghe ai nostri modi dire, altre invece, tradotte letteralmente, non avrebbero alcun senso.

Per tutto il resto ci sono le soluzioni di Education di Maltaway, per imprese, executives, privati, famiglie, ragazzi

CORSI INGLESE, Laurea (BA) in Business Studies E MBA a Malta, la tua Higher Education a Malta con MALTAway

Nel quadro di forte investimento nel mercato globale dell’ EDUCATION, che ha visto per lungo tempo la leadership del Regno Unito, MALTA si presenta come nuova e competitiva alternativa, grazie agli investimenti infra-strutturali e alla sempre più estesa e qualificata comunità internazionale presente.

Che tu sia un Neo Laureato, un Professionista, un Manager, oppure un’ AZIENDA interessata ad investire nel proprio capitale umano con corsi di alta qualificazione ai prezzi più competitivi in Europa e nel mondo, con MALTAway trovi una soluzione innovativa.

SFOGLIA CATALOGO EDUCATION MALTAway

MALTAway offre servizi di HIGHER EDUCATION di alto contenuto e livello per chi vuole mettersi in gioco con esperienze coinvolgenti che stimolano il confronto e la crescita personale, offrendo una differenziazione e capacitá competitiva del proprio CURRICULUM in un mercato del lavoro sempre più demanding, competitivo, globale.

Con MALTAway puoi realizzare quello che è sempre stato il tuo sogno e una ormai irrinunciabile necessità nel mondo lavorativo, con un’esperienza accademica, professionale e personale in un paese di lingua Inglese e un contesto decisamente internazionale ed avere

IL MONDO NELLE TUE MANI !

da http://www.lezionidinglese.net/inglese-avanzato/espressioni-inglesi/

Pull a fast one

Pull a fast oneSignifica “ingannare qualcuno”, “fregare qualcuno”, “farlo fesso”. She pulled a fast one on me and left without paying the rent. Mi ha fregato e se ne e’ andata senza pagare l’affitto. He pulled a fast one at the entrance because he handed over 4…

Get the sack

Get the sackLetteralmente significa “prendere il sacco” ma in realtà significa “essere licenziati”. Simon got the sack for not taking enough care with his work. Simon e’ stato licenziato perche’ era un po’ trascurato nel suo lavoro. If your boss finds out you…

Cut your teeth

Cut your teethLetterlamente significa “tagliarsi i denti” ma in realtà traduce il nostro “farsi le ossa” cioè farsi dell’esperienza e imparare l’ABC di qualcosa. Il verbo ‘cut’ è un verbo irregolare! Vedi anche cut, cut, cut, tagliare. She cut her teeth on a local…

Hit the nail on the head

Hit the nail on the head“Hit the nail on the head” letteralmente significa “colpire il chiodo sulla testa” ma traduce il nostro “azzeccarci” o meglio “dire o fare la cosa giusta”, “fare centro”. Paul really hit the nail on the head when he said that the company was going to…

Be on the same page

Be on the same page“Be on the same page” letteralmente significa “essere sulla stessa pagina” e infatti viene usato per tradurre il nostro “essere sulla stessa lunghezza d’onda” o anche “andare d’accordo”, “capirsi”. Sally and I are really on the same page. Io e Sally…

Better safe than sorry!

Better safe than sorryBetter safe than sorry! è un’espressione molto comune. Letteralmente si tradurrebbe con “meglio salvi che dispiaciuti” o “meglio sicuri che dispiaciuti”… Tuttavia il significato è lo stesso della nostra espressione: “Meglio pensarci prima!” Google…

Hit the roof

Hit the roof“Hit the roof” (letteralmente “colpire il tetto”) significa arrabbiarsi molto o meglio “andare su tutte le furie”.   Es. I told Jason about seeing his girlfriend kissing another man and he really hit the roof. My brother hit the roof when I told…

French leave

French leave“To take Franch leave” significa “andarsene alla chetichella, andasene da un posto senza salutare”. E’ interessante notare che in francese per indicare l’idea di “andarsene alla chetichella” si dice “filer à l’anglaise” e cioè, tradotto in inglese “to…

Keep an eye on

Keep an eye on“To keep an eye on something/someone” significa “tenere d’occhio qualcosa/qualcuno” Es. Can you please keep an eye on the soup? I’m just going to make a few phone calls She asked her mother to keep an eye on the children while she went to the shops…

Cold feet

Cold feetIl significato dell”espressione “to get cold feet”  non ha nulla a che fare col suo significato letterale (“avere i piedi freddi”). In realtà significa “aver paura e tirarsi indietro all’ultimo momento”. Es. James had been engaged for a year but…

Icing on the cake

Icing on the cakeLa traduzione letterale (la glassa sulla torta) non si discosta molto dal significato in italiano, che è “la ciliegina sulla torta”. I had a big promotion at work and the company car they gave me was really the icing on the…

Knock/blow your socks off

Knock/blow your socks off“Knock your socks off” o “blow your socks off” sono espressioni che si usano per descrivere qualcosa che ci farà impazzire, che troveremo estremamente piacevole, che ci sorprenderà. Sono espressioni colloquiali. I’m going to take you to a new restaurant…

A storm in a teacup

A storm in a teacupUna tempesta in una tazza di té sarebbe ben poca cosa e di certo produrrebbe ben pochi danni … ecco quindi che quest’espressione (la cui traduzione letterale è appunto “una tempesta in una tazza di té”) significa “un litigio di poca importanza” oppure…

Split hairs

Split hairsQuest’espressione non si discosta molto dall’espressione che usiamo anche noi in Italia: “spaccare il capello in quattro”, nel senso di essere molto pignoli ed esigenti, al limite del pedante.   Es. The problem with teaching that class is Lucy…

Put your foot in it

Put your foot in itSignifica “fare una gaffe”, dire la cosa sbagliata al momento sbagliato (e magari anche … alla persona sbagliata!!). Es. When you asked Susan about Tom you really put your foot in it! Don’t you know they got divorced last month?    “To…

Rack your brain

Rack your brainTraduce il nostro “spremersi le meningi”, cioè sforzarsi di ricordare o pensare intensamente per trovare la soluzione di qualcosa. Si puo’ trovare questa espressione anche al plurare (rack your brains)   Come on, Sheila, rack your brain!…

Pay something through the nose

Pay something through the noseTraduce il nostro “pagare  un prezzo esorbitante per qualcosa ” (il significato letterale è “pagare qualcosa attraverso il naso”)   Have you seen her new earrings? She paid through the nose for them! If you want to drink wine in a restaurant,…

Make up your mind

Make up your mindQuesta espressione significa “decidere”. Il verbo è “separabile”, cioè si puo’ dire “make up your mind” oppure “make your mind up”   Make your mind up! [o anche “make up your mind!”] We haven’t got the whole day to decide! I really cannot make…

See the back of someone

See the back of someone“To see the back of someone” significa letteralmente “vedere la schiena di qualcuno” e infatti questa espressione significa “essere contenti di vedere qualcuno andare via”. I was very happy to see the back of Tom. I couldn’t stand him! I can’t wait…

Saved by the bell

Saved by the bell“Saved by the bell” era anche il titolo di una sit-com che andava in onda anni fa (qui da noi si chiamava “Bayside school”). Letteralmente significa “salvati dalla campanella” (infatti la sit-com era ambientata in una scuola) e si usa per indicare chi…

In the long run

In the long runLetteralmente “nella lunga corsa” significa “alla lunga, a lungo termine”. In the long run, you’ll realize that your bank investment was a good one. In the long run, she realized her mother was right and that she should have never married Jack. …

Talk through your hat

Talk through your hatSignifica tradotto letteralmente “parlare attraverso il proprio cappello” ma in realtà traduce il nostro “dire fesserie”. I don’t like Jennifer. She thinks she’s an expert in art but she’s always talking through her hat! ATTENZIONE! Sfruttando…

Not to be one’s cup of tea

Not to be one's cup of tea“It’s not my cup of tea” “Non è la mia tazza di te” sarebbe il significato letterale, ma in realtà traduce il nostro “non è il mio forte, non fa per me”.   Susan can you help me out with these flowers? Sorry, but gardening is not really…

As the crow flies

As the crow flies“Come vola il corvo”. Cosa vorrà mai dire? Traduce il nostro “in linea d’aria”. It’s only forty miles from here to my office as the crow flies, but it takes me more than an hour to go by car because of the heavy traffic.

Go to the dogs

Go to the dogsLetteralmente significa “andare ai cani” e traduce il nostro “andare in malora”, decadere. This theater used to be very good but look at it now, it’s really gone to the dogs!

Get wind of something

Get wind of somethingQuesta espressione significa “venire a conoscenza di qualcosa che avrebbe dovuto rimanere segreto”. Ma lo possiamo tradurre semplicemente con “sentir dire”, “giungere voce”, “arrivare voce”… I don’t know how he got wind of it. Non so come gli sia…

For good

For goodQuesta è “tricky”, nel senso che puo’ trarre in inganno …. “For good” infatti non significa “per bene” ma ….  “per sempre”. E’ famosa la strofa della canzone dei Backstreeet Boys “I want you back for good”. Diciamo che è un sinonimo di “for…

In a nutshell

In a nutshellA me questa frase idiomatica fa sempre sorridere: letteralmente significa “in un guscio di noce”. In realtà traduce il nostro “in breve, in poche parole”, praticamente così poche parole da essere contenute nel guscio di una noce … In a nutshell,…

Call it a day

Call it a day“Chiamarlo un giorno” dice poco e infatti il significato di questa frase idiomatica (usatissima) è “considerare finita la giornata lavorativa”. Ecco alcuni esempi: Come on, it’s already 7 o’clock! Let’s call it a day and go home! Our staff were…

Let the cat out of the bag

Let the cat out of the bag“Far uscire il gatto dalla borsa?” cosa vorrà mai dire??? Tranquilli, per questa volta non occorre chiamare la Protezione Animali, infatti questa espressione idiomatica significa “spifferare un segreto”. Vediamo alcuni esempi: It was Mary…

Be all thumbs

Be all thumbsLetteralmente “essere tutto pollici” ed essendo il pollice il dito piu’ sporgente della mano, se avessimo tutti pollici “prenderemmo dentro” in tutto …. ecco che “to be all thumbs” significa “essere maldestro”, o anche “avere le mani di pastafrolla” I’m…

Be under the weather

Be under the weatherTradotto letteralmente significa “essere sotto il tempo” ma in realtà questa espressione idiomatica indica “essere giu’ di tono, non sentirsi molto bene”. I went out drinking last night with some friends and now I’m feeling a bit under the weather. Tom…

Run in the family

Run in the familyQuesta espressione idiomatica letteralmente si tradurrebbe “corre in famiglia” e in effetti, (per una volta!) il significato non si discosta molto …. significa “è un vizio di famiglia/una caratteristica ereditaria”   We are all red-haired…

Catch someone red-handed

Catch someone red-handedPensate sia possibile “beccare qualcuno con le mani rosse”? Questo è infatti il significato letterale di questa espressione! In realtà significa “beccare qualcuno in flagrante” o “con le mani nel sacco”. Tom was stealing the car when the police drove…

Let your hair down

Let your hair downSignifica “sciogliersi i capelli” e cioè “lasciarsi andare”, “rilassarsi”. Ovviamente puo’ essere usato in tutte le forme, cioè “Let your hair down”, “he let his hair down”, etc …) Come on , Susan! Let your hair down and join us on the dancefloor! After…

Tell someone where to get off

Tell someone where to get offQuesta espressione letteralmene significa “dire a qualcuno dove deve scendere” e infatti si usa sugli autobus per chiedere all’autista o agli altri passeggeri “scusi devo andare alla fermata X. Mi puo’ dire dove devo scendere?” Non stupitevi però se…

Face the music

Face the musicLetteralmente “affrontare la musica”. Significa affrontare le conseguenze delle proprie azioni. He has done nothing all day and tomorrow he has an exam at the University. He’s going to face the music and fail the exam.

Drop a brick

Drop a brickLetteralmente “far cadere un mattone”, in realtà significa “fare una gaffe” He really dropped a brick when he said to Susan that he can’t stand intellectuals! Doesn’t he know that she’s a lecturer at Oxford University ??

In the soup

In the soup“To be in the soup” (essere nella minestra) significa “essere nei guai”  Look at what we have done!! When the teacher arrives we’re really going to be in the soup!

As good as gold

As good as goldEcco come si dice in inglese “buono come il pane”! Visto che nei paesi anglosassoni non sono degli estimatori di pane come siamo qui in Italia, ecco che per loro non c’è nulla di meglio, per un paragone, associare la bontà all’oro! Your son is a…..

A drop in the bucket

A drop in the bucketTradotto letteralmente significa “una goccia nel secchio” e l’espressione italiana non si discosta molto, infatti noi diciamo “è una goccia nel mare”. Il significato è intuitivo, si tratta di una cosa molto piccola, insignificante rispetto a tutto il…

Safe and sound

Safe and sound“To be safe and sound” significa essere “sano e salvo”. L’espressione deriva dalle parole: “safe”, che significa “sicuro”, “al sicuro”, “al riparo”, e “sound”, che significa “suono”… ma anche – come aggettivo e quando si parla di salute……

At the drop of a hat

At the drop of a hatLetteralmente “alla caduta del cappello”, cioè quando si indossa un cappello e questo ci cade dalla testa lo fa in modo veloce e inaspettato. Allo stesso modo questa espressione viene usata per indicare una decisione che viene presa in modo velocissimo,…

Word on the street

Word on the streetCorrisponde al nostro “si dice che …”, “pare che …”, “si vocifera”. E’ usato in contesti informali. Word on the street is that Pamela is pregnant again.

Be green

Be green“To be green” (letteralmente “essere verde”) può essere usato con 2 significati: 1) to be green with envy (essere “verdi”, rosi dall’invidia) I got the first prize in the competition and Susan was green with envy. Ho vinto il primo premio alla gara…

Donkey work

Donkey work“The donkey work” è letteralmente il lavoro dell’asino, a cui toccano i lavori pesanti e poco gratificanti. The boss always gives me the donkey work. I wish he could give me more responsability

Put your feet up

Put your feet up“Put your feet up”, che bella immagine …. La traduzione esatta è “metti i piedi su” e rende benissimo l’idea: dopo una dura giornata di lavoro cosa c’è di meglio che arrivare a casa e appoggiare i piedi sulla sedia o sul divano? Questa espressione…

Work your fingers to the bone

Work your fingers to the boneLetteralmente “far lavorare le dita fino all’osso”, quindi “consumarsi le dita fino all’osso”, cioè lavorare talmente tanto che le dita si consumano e  si vede l’osso! Raccapricciante ma molto efficace, traduce quindi il nostro “ammazzarsi…

Have your hands full

Have your hands fullSe hai “le mani piene” significa che sei molto occupato e che non hai tempo per fare nient’altro. Sorry, i’ve got my hands full right now. I cannot help you!

At a loose end

At a loose endEspressione idiomatica difficilmente traducibile letteralmente. “End” significa “fine” mentre “loose” ha mille significati. “A loose screw” per esempio è una vite che balla, che non è ben fissata, “loose hair” sono i capelli sciolti, non fissati con…

Grease somebody’s palm

Grease somebody's palmSignifica dare a qualcuno dei soldi sottobanco per ottenere in cambio dei favori. Letteralmente significa “ungere il palmo della mano di qualcuno”. I think he must have greased somebody’s palm in order to get permission to build this house. …

Get on your nerves

Get on your nervesQuesta espressione non ha bisogno di traduzioni .. in inglese come in italiano di una persona che ci irrita si dice “mi dà sui nervi”. I can’t stand Pamela. She really gets on my nerves.

Arm and a leg

Arm and a legSi dice di qualcosa di molto costoso, quello che noi definiremmo “un occhio della testa”. Al posto degli occhi e della testa in inglese si usa “un braccio e una gamba”, cioè quella cosa ci è costata talmente tanto che la possiamo paragonare…

Act of God

Act of GodLetteralmente significa “atto di Dio, atto divino” e traduce le nostre “calamità naturali”. Se leggete un contratto (per esempio il contratto della polizza assicurativa stampata sul retro dei cataloghi delle agenzie di viaggio) vedrete che l’assicurazione…

To learn/know the ropes

To learn/know the ropesQuesta espressione risale all’epoca in cui gli inglesi conquistavano il mondo. Da popolo di bravi navigatori quali erano, è abbastanza ovvio pensare che le espressioni che avevano a che fare col mare e con le navi siano entrate a far parte delle metafore…

The leopard never changes his spots

The leopard never changes his spotsE’ un po’ l’equivalente del nostro “il lupo perde il pelo ma non il vizio”, solo che qui si parla del leopardo e delle sue macchie. Questa espressione viene usata per indicare il fatto che il carattere di una persona non cambia, nonostante quello…

Grasp the nettle

Grasp the nettleIn italiano potremmo tradurre questa espressione come “prendere un problema di petto” anche se in inglese forse l’idea è resa in maniera ancora più efficace. La traduzione letterale infatti “è afferrare l’ortica” ed indica molto bene…

A foot in the door

A foot in the doorLa traduzione letterale è “un piede nella porta” e direi che rende molto bene l’idea, anche in italiano. Questa espressione viene usata nel senso di cominciare ad entrare in un luogo (sia in senso letterale che figurato) in maniera discreta…

That’s the way the cookie crumbles

That's the way the cookie crumblesÈ il corrispondente del francese “c’est la vie”. Si usa per indicare una situazione negativa in cui occorre rassegnarsi, tanto non c’è nulla da fare ed è inutile prendersela. Letteralmente significa “è cosi’ che si sbriciola il biscotto”. L’espressione…

A tough cookie

A tough cookieUn “tough cookie” è quello che noi chiameremmo “un osso duro”, una persona molto determinata ad ottenere ciò che vuole e che se la cava anche nelle situazioni piu’ difficili. L’espressione è usata principalmente nell’inglese americano,…

Out of the blue

Out of the blueQuesta espressione (letteralmente “fuori dal blu”) viene usata abbastanza spesso per indicare qualcosa che è accaduto in maniera inaspettata o in maniera improvvisa (o tutte e due, come spesso purtroppo succede …). L’origine qui è abbastanza…

Easier said than done

Easier said than done‘Easier said than done’ è l’analogo dell’espressione italiana “più facile a dirsi che a farsi”. Ecco alcuni esempi che ne illustrano l’uso… I’ll try, but that’s easier said than done I should just say “No” to him, but it’s easier said than done….

Over the moon

Over the moonQuesta espressione colloquiale è diffusissima nella lingua inglese e utilizzandola vi sentirete veramente “british”! Allora, letteralmente “to be over the moon” significa “essere sopra la luna”, ma l’espressione viene utilizzata per indicare…

As busy as a bee

As busy as a beeL’espressione inglese ‘as busy as a bee’ significa letteralmente “occupato come un’ape” e sta ovviamente ad indicare l’essere molto occupati.

A piece of cake

A piece of cakeL’espressione a piece of cake sta ad indicare qualcosa di molto semplice, paragonabile all’espressione italiana “come bere un bicchier d’acqua”. Ecco alcuni esempi tratti dalla rete: It’s a piece of cake until you get to the top. You find you can’t…

Comfort Zone

comfort zoneIl concetto di “Comfort Zone” è un concetto diventato molto importante nei settori del miglioramento e della crescita personale, motivazione e cambiamento, coaching… Wikipedia, in inglese, ci spiega che la Comfort Zone è “uno stato comportamentale”…

Basket Case

basket case“Basket case” – letteralmente un “caso da cestino” – nello slang significa “fuori di testa”. Definizione: If something (or someone) is a basket case, it is so bad that it cannot be helped. Se qualcosa è un ‘basket case’ è messo così male che non…

Icebreaker o Ice Breaker

Ice-breakerIl termine “Icebreaker” o “Ice breaker” deriva dall’espressione “break the ice” che ha lo stesso significato figurato della sua traduzione in italiano: “rompere il ghiaccio”. Icebreaker infatti puo’ essere: Una nave che rompe blocchi di ghiaccio…

Cut Some Slack

cut me some slack“Cut some slack” o “Cut someone some slack” è un’espressione molto comune e lo troviamo spesso in film e telefilm americani ad esempio. Il verbo ‘cut‘ è un verbo irregolare! Vedi anche cut, cut, cut, tagliare. Letteralmente signifca “tagliare…

Go out of your way

Go out of your way“Go out of one’s way” significa letteralmente uscire dalla propria via, dal proprio sentiero, dal proprio percorso… perche’ si deve o si vuole fare qualcosa. In altre parole “fare una deviazione”. Ad esempio: I’ll have to go out of my way to give…

At the end of the day

Alla fine dei conti sei responsabile di te stesso e delle tue azioni e questo è tutto quello che puoi controllare. Quindi piuttosto che essere frustrato con quello che non puoi controllare, prova ad aggiustare le (occuparti delle) cosa che puoi (controllare). Kevin Garnett“At the end of the day”, come si potrà facilmente intuire dalla sua traduzione letterale, significa “alla fine della giornata”. Ma l’espressione viene usata anche in senso figurato in una maniera tale che noi la potremmo tradurre con… “in fin…


MALTA Inspiring

MALTA Inspiring

Solo alcune foto per condividere che per ridurre il rischio paese, bancario, sociale ed economico, ci sono alternative vicine percorribili … per vivere, lavorare, fare business e investire … scelte e azioni con il migliore Advisory Internazionale

MALTAWAY: INVESTIRE A MALTA NELLE ACQUE TRANQUILLE DI UN PAESE STABILE E SICURO

Trasferire a Malta la residenza, la tua vita, i tuoi familiari, il tuo business, il tuo patrimonio, significa migliorare la gestione del tuo rischio

Corporate & Assets Governance, World Class, MALTA, Worldwide

Perchè vivere, investire, fare business a Malta

MALTA è la tua nuova SVIZZERA e il tuo Nord Europa ma in mezzo al Mediterraneo, ispirata dal modello della Città-Stato dell’Isola di SINGAPORE

A parte il desiderio di essere qui a Malta ora, che questa foto suscita,  rispondi a queste domande:

Come vedi il futuro dell’Italia, di una persona o imprenditore, onesto, non parassita, competente, creativo, motivato a crescere e a creare?

Quale paese offre una qualità della vita, clima spettacolare 12 mesi all’anno,costi contenuti, collegamenti frequenti e low cost al massimo a 2 ore dalla tua città, un sistema di regole e fiscale competitivo in tutto il mondo?

Dove puoi trovare una comunità internazionale aperta e stimolata ad attirare persone, imprese, idee e capitali capaci di crescere insieme?

Noi, dopo un lungo e approfondito confronto di esperienze e analisi, abbiamo la risposta!

Trasferire a Malta la residenza, la tua vita, i tuoi familiari, il tuo business, il tuo patrimonio, significa migliorare la gestione del tuo rischio

MALTA è la tua nuova SVIZZERA e il tuo Nord Europa ma in mezzo al Mediterraneo, ispirata dal modello della Città-Stato dell’Isola di SINGAPORE. Con Maltaway Malta non avrà segreti per te.

Trasferimento Impresa familiare a Malta tassato al 1,5 %

Trasferimento Impresa familiare a Malta tassato al 1,5%

Il trattamento potrebbe essere anche trasformato in definito a fronte dell’interesse delle imprese familiari locali e internazionali, Italiane in testa

Un altro motivo che si va ad aggiungere ai vantaggi offerti dalla giurisdizione Maltese nell’avere qui a Malta il proprio business, la propria azienda o la Holding di controllo … in Italia No di certo.

Business Advisory con MALTAway: Confronto di Idee e Azioni per la Corporation e il suo Board, l’Imprenditore e la sua Impresa

Malta, Italia, in Europa, nel Mondo

Soluzioni per per la Corporation e il suo Board, l’Imprenditore e la sua Impresa, a Malta, Italia, nel Mondo

 Dallo spirito del continuo agire e migliorare, dal pensiero globale per un’azione locale che caratterizza MALTAway, è scaturita una nuova proposta:

UN PERSONAL TRAINER PER OGNI CORPORATION

(download pdf personal trainer) 

Migliorare la propria forma per affrontare le sfide di domani

Confronto di Idee e Azioni per per la Corporation e il suo Board, l’Imprenditore e la sua Impresa

REDUCTION IN RATE OF DUTY FOR INTER-GENERATION FAMILY BUSINESS TRANSFERS

Reference Number: PR171070, Press Release Issue Date: Apr 25, 2017

A reduction in transfer duties on family businesses has been announced by the Minister for Finance Edward Scicluna and Minister for the Economy, Investment and Small Business Chris Cardona.

Addressing a press conference on the subject, both ministers explained that through this measure, family businesses which are passed from one generation to another through an act of donation will benefit from a heavy reduction in transfer duties. In fact, transfers that will take place from 1st April 2017 to 1st April 2018 will be taxed at 1.5% rather than 5%. This duty applies to immovable and movable property making up the business, which must have been held as a family business for three years prior to the donation and must be retained as a family business for three years following the donation.

http://mfin.gov.mt/en/Press_Releases/Pages/PR171070.aspx

LOCATION STRATEGICA

Malta si trova in posizione strategica nel cuore del Mediterraneo , con legami molto stretti con l’Europa continentale , Nord Africa e del Medio Oriente . L’isola è considerata la scelta migliore per gli investimenti in settori basati sulla conoscenza e la produzione di fascia alta Grazie alla sua eccellente infrastrutture portuali , Malta è anche considerato un hub logistico ideale. Questo, insieme con l’adesione all’UE , rende il paese un punto di partenza ideale per la regione euro-mediterranea e oltre.

Durata dei voli per i principali business hubs

Algiers Amsterdam Berlin Brussels Dubai Dublin Edinburgh
 1:15  3:10  2:55  2:55  5:00  2:55  3:00
 Libya  London  Madrid  Milan  Moscow  Munich  Oslo
 1:30  3:00  2:55  2:00  4:00  2:30  4:00
 Paris  Prague  Rome Stockholm   Vienna  Warsaw  
 2:45  2:45  1:30  3:50  2:15  3:50

ECONOMIA FRIZZANTE

Malta ha subito una trasformazione incredibile nei pochi decenni dopo l’indipendenza è stata acquisita nel 1964. Quattro decenni più tardi, con un pienamente funzionante economia di mercato aperta, l’adesione all’UE nel 2004 è stato visto come un passo naturale verso assicurare il futuro economico del paese. L’adozione dell’euro nel 2008, ha assicurato che l’economia possa essere meglio protetta e meno vulnerabile alle fluttuazioni valutarie e consentendo alla nazione per essere più competitiva.

Il progresso e la flessibilità sono fattori chiave per il successo della capacità di Malta di reagire rapidamente alle tendenze internazionali e il mercato globale. Il governo pro-business cerca continuamente di rafforzare l’attrattiva di Malta come un’economia di mercato aperta. Gli shock esogeni della recessione globale hanno avuto inevitabilmente un impatto sull’economia locale. Tuttavia, va notato che Malta è stato uno degli ultimi paesi dell’Unione Europea ad entrare in recessione ed è stato anche uno dei primi paesi a rimbalzo dalla crisi economica. In sostanza Malta ha mostrato grande capacità di recupero ed emerge ora in una posizione ancora più forte.

COMPETENZE LINGUISTICHE

L’Inglese è la lingua nazionale del paese e con il Maltese queste sono sono le lingue ufficiali di Malta. Questo aggiunge certamente un valore apprezzato dai visitatori, business executives e investitori. Praticamente tutti i maltesi sono bilingue e molti hanno anche dimestichezza in italiano. Alcuni possono anche avere almeno una conoscenza di francese o tedesco.

FORZA LAVORO

Il successo di un’impresa non si ottiene solo con un finanziamento o con la tecnologia, ma è determinato in ultima analisi dal potere e dalle competenze delle persone. La forza lavoro a Malta è molto produttiva, molto istruita ed estremamente flessibile con un’ottima etica del lavoro. Le persone locali e la comunità internazionale presente a Malta rappresenta la più grande risorsa naturale per il paese che ha una buona disponibilità di personale professionale, manageriale e tecnico, nonché un’ampia disponibilità dei migliori laureati la maggior parte dei quali esprime competenze in area tecnologia-digitale e rilevante esperienza. Il legame tra istruzione e industria è vitale per la competitività di Malta. Istruzione basata sul modello anglo sassone e i punti di forza delle risorse umane, sono i criteri topi per la scelta di Malta come destinazione di investimento.

CENTRO FINANZIARIO INTERNAZIONALE

Malta è ormai riconosciuto a livello internazionale come un hub di servizi finanziari. Tuttavia, a causa di approccio tradizionale e conservatrice del settore non ha mai vissuto una vera e propria crisi finanziaria. Infatti, la forza del settore dei servizi finanziari è stato un fattore che ha contribuito critico per l’emergere rapida dell’economia di Malta dalla recessione. In effetti, la reputazione del settore dei servizi finanziari maltese è migliorata considerevolmente a causa della resilienza e della stabilità mostrato durante la crisi finanziaria.

INFRASTRUTTURA ICT ECCELLENTE

E ‘sempre stato considerato di importanza strategica per la promozione umana e economica del paese ad essere ben collegato con il resto del mondo. Come tale non vi è stata una grande quantità di investimenti e di consolidamento al fine di creare e garantire un’infrastruttura affidabile Information Communication Technology (ICT).

L’infrastruttura ICT completamente liberalizzata e sviluppata di Malta ha certamente contribuito per l’isola rapidamente diventando un centro regionale di eccellenza nel settore delle TIC e dei servizi finanziari.

BASSE TASSE SOCIETARIE

Da lunga data, il sistema imposta integrale esiste a Malta dal 1948. La tariffa per l’imposta sulle società a Malta si attesta al 35%; tuttavia in caso di distribuzione di dividendi, gli azionisti possono beneficiare di una restituzione in genere pari al 6/7 ° dell’imposta pagata, con il risultato di un tasso di imposta pagata del 5%.

SICUREZZA E LIFESTYLE PIACEVOLE

Ci sono molte ragioni per cui investire a Malta un buon affare, ma non è sufficiente, infatti il sistema sanitario, la sicurezza e la vera qualità della vita sono preziose materie prime – che consentono a Malta di ottenere punteggi di rilievo su tutti questi aspetti. Le distanze sono minime, le strutture sanitarie, che si collocano tra le migliori in Europa, sono di prima classe in entrambi gli ospedali pubblici e privati e il tasso di criminalità è molto bassa. Tuttavia, il più grande punto di vantaggio competitivo per attrarre persone interessanti a Malta è senza dubbio lo stile di vita che gli investitori e le loro famiglie godono nel paese. Infatti, a coloro che pensano di investire a Malta si consiglia vivamente di visitare la nazione a esplorare e sperimentare di persona la ricchezza di storia, cultura, ospitalità, bar e ristoranti. In questo modo si può anche ottenere un vero assaggio della cucina maltese e mediterranea che il paese offre.

BORSA di MALTA, Capitali per le PMI italiane a bassi costi, tempi e compliance

Borsa di MALTA, Capitali per le PMI italiane a bassi costi, tempi e compliance

Malta e maltaway per accedere a questa opportunità

No, non è solo una chiesa romanica sconsacrata, è anche la sede dello Stock Exchange di Malta

Investimenti e sistema finanziario a Malta

La presenza a Malta di un centro finanziario internazionale, di una forza lavoro globale e competente, una eccellente infrastruttura ICT, basse tasse e uno stile di vita piacevole basato  sulla sicurezza, stanno trasformando questa giurisdizione nella Singapore del Mediterraneo  e ora nella Silicon Valley d’Europa e per alcuni nella prossima capitale del FINTECH

MALTAWAY: INVESTIRE A MALTA NELLE ACQUE TRANQUILLE DI UN PAESE STABILE E SICURO

Trasferire a Malta la residenza, la tua vita, i tuoi familiari, il tuo business, il tuo patrimonio, significa migliorare la gestione del tuo rischio

Corporate & Assets Governance, World Class, MALTA, Worldwide

 

Malta, la Borsa low cost attrae le pmi italiane

IL CASO/ LA VENETA SFA LA PRIMA SOCIETÀ A QUOTARSI, CERCA FONDI PER RADDOPPIARE I RICAVI IN TEMPI BREVI

Mercoledì scorso, alla Borsa (anzi, Borza) de La Valletta, la cerimonia è stata in grande stile: campanella e autorità, perfino il ministro delle Finanze, l’economista laburista Edward Scicluna. E chissà non diventi nel suo piccolo un momento storico, la prima quotazione di una società (italiana) sul segmento per Pmi del listino maltese “Prospettive”, studiato per un anno per dare agli imprenditori europei un motivo in più per venire nell’isola, rispetto a quelli di recente affermazione (turismo, fisco gentile con gli stranieri, gioco d’azzardo).

La matricola si chiama Sfa, acronimo della vecchia Società ferroviaria adriatica, ha sede nel Veneziano e opera nella bonifica di aree contaminate, carrozze con amianto e simili; in un ventennio ha aperto e chiuso un migliaio di cantieri. Una ventina di dipendenti, sui 3 milioni di fatturato nel 2016 e una redditività pari a un decimo dei ricavi l’anno prima. «Ci abbiamo pensato verso fine 2016, poi ci siamo decisi perché ci sembra un ottimo strumento per raccogliere risorse in modo veloce ed economico, da destinare al rafforzamento aziendale », racconta Ivan Mazzucco, dirigente della famiglia fondatrice che ha un 35% delle quote. Gli imprenditori di Pianiga intendono portare i ricavi a 5 milioni in due anni, anche grazie a una commessa per smaltire amianto sui treni in Algeria. Allo scopo hanno quotato tutto il (loro) capitale di Sfa – 700.000 azioni, al nominale di 1 euro l’una – a Malta, e nei prossimi mesi emetteranno nuove azioni o bond riservati a investitori terzi. «Per un’azienda delle nostre dimensioni quotarsi a Piazza Affari, anche al segmento più piccolo Aim, si è rivelato poco praticabile, per un fatto di costi e per la tempistica richiesta», aggiunge Mazzucco, per cui la procedura complessiva è costata circa un decimo rispetto a quotarsi sul listino londinese-milanese. Difficile fare conti precisi: brochure alla mano, quotarsi all’Aim costa alle Pmi almeno 20mila euro, ma la somma può quintuplicare se si aggiungono advisor e legali per redigere il documento informativo (un prospetto semplificato). Più che altro sembrano i tempi a divergere: le 75 Pmi quotate a Milano – che hanno una capitalizzazione media di 38 milioni – hanno affrontato un percorso di almeno 36 mesi tra piani di business, richieste di ammissione, prassi di governance che prevedono la nomina di amministratori non esecutivi e altro. Tempo, e denaro. A Piazza Affari comunque di Sfa non hanno mai sentito parlare.

A Malta tutto pare più semplice: la quotazione si sbriga in due mesi tutto compreso, non serve flottante minimo, le relazioni con la Borsa locale – anch’essa regolata dalle direttive Mifid e Fma europee – è «molto collaborativo ». Talmente collaborativo che una preliminare valutazione della Borza avrebbe assegnato alle future azioni Sfa il valore di 2,7 euro. Un affarone, ma Mazzucco chiarisce che i soci hanno un vincolo per due anni a non vendere il 90% delle azioni quotate. L’advisor Demetra e ambienti della Borsa maltese fanno invece sapere che cinque società locali e 2-3 italiane seguiranno le orme di Sfa.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

L’azionista Mazzucco: “Troppo cara per noi Piazza Affari”. Alla prima perizia l’azione fa +170%

“PROSPETTIVE”

La Borsa di Malta ha messo a punto il segmento per le Pmi europee dal nome “Prospettive”. Ci si quota in soli due mesi: unici requisiti richiesti sono un advisor garante dell’operazione, un business plan e un capitale minimo di 46.587 euro

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2017/04/18/malta-la-borsa-low-cost-attrae-le-pmi-italiane22.html?ref=search

MALTA, the Silicon Valley of Europe

MALTA, the Silicon Valley of Europe

La tecnologia Blockchain decentralizzerà il settore dei servizi finanziari esattamente come l’avvento di Internet ha decentralizzato i media e l’informazione e Malta ha approvato un progetto per utilizzare questa tecnologia nei settori pubblici dei registri immobiliari e dei servizi sanitari

Malta e maltaway per accedere a questa opportunità

La presenza a Malta di un centro finanziario internazionale, di una forza lavoro globale e competente, una eccellente infrastruttura ICT, basse tasse e uno stile di vita piacevole basato  sulla sicurezza, stanno trasformando questa giurisdizione nella Singapore del Mediterraneo  e ora nella Silicon Valley d’Europa e per alcuni nella prossima capitale del FINTECH

MALTAWAY: INVESTIRE A MALTA NELLE ACQUE TRANQUILLE DI UN PAESE STABILE E SICURO

Trasferire a Malta la residenza, la tua vita, i tuoi familiari, il tuo business, il tuo patrimonio, significa migliorare la gestione del tuo rischio

Corporate & Assets Governance, World Class, MALTA, Worldwide

Cabinet has approved the first draft of a national strategy to promote blockchain, the technology underlying the Bitcoin cryptocurrency, Prime Minister Joseph Muscat has revealed.
Addressing a conference organised by the financial affairs parliamentary committee, Muscat said that Malta will become one of the first countries in the world to embrace blockchain and that the strategy will soon be put up for public consultation.

“This is not just about Bitcoin, and I also look forward to seeing blockchain technology implemented in the Lands Registry and the national health registries,” he said. “Malta can be a global trail-blazer in this regard.”

Muscat reiterated his call on the EU to harness the potential of cryptocurrencies and seek to become the “Bitcoin continent of Europe”.

“I understand that regulators are wary of this technology but the fact is that it’s coming,” he said bluntly. “We must be on the frontline in embracing this crucial innovation, and we cannot just wait for others to take action and copy them. We must be the ones that others copy.”

Labour MP Silvio Schembri, who chairs the financial affairs committee, said that his dream is for Malta to become “the Silicon Valley of Europe”.

“We should aim to have the world’s best environment for the development and commercialisation of Fintech models and disruptive innovation,” he said. “The government should ensure that Malta has the appropriate regulatory framework, the right tax system and the best infrastructure to support this ambition.

Labour MP Silvio Schembri said that Malta can become ‘the Silicon Valley of Europe’

“With our geographical position and weather conditions, strong financial system, skills base, entrepreneurial spirit and can-do approach, Malta can truly serve as a test-bed for new sectors and foreign firms to test their new technology and products locally.”

He added that if Malta managed to attract a mere 1% of the UK’s Fintech industry to Malta post-Brexit, it would mean an injection of €200 million into the local economy.

Muscat’s speech was welcomed by the Malta Gaming Authority executive chairman Joseph Cuschieri, who said that he will later this year announce plans related to cryptocurrencies in the gaming context.

He said that plans are also in the pipeline to set up a national betting exchange where bets can be hedged, as well as a European Gaming Institute that will provide targeted and sector-specific training.

It also received the praise of Abdalla Kablan, the chief scientific officer of Sixcap, a Singapore-based digital company.

“Malta is well placed to tap into blockchain, as it has fantastic financial services and IT sectors and it’s just a matter of bridging the gap,” he said. “Many in Singapore believe Malta can become the Fintech capital of the world, and we can truly take the world by storm.”

He predicted that the use of blockchain technology will soon explode in popularity, just as the internet did in the 1990s following the introduction of web broswers.

“Blockchain technology will decentralise financial services just as the internet has decentralised the media and information,” he said.

thx to http://www.maltatoday.com.mt/business/technology/76459/malta_set_for_revolutionary_national_blockchain_strategy_#.WPoVWlN95o4

114 banche italiane a rischio per le sofferenze, Malta la miglior alternativa in Europa

Ecco le 114 banche italiane a rischio per le sofferenze

Le banche Italiane con un rapporto in % tra crediti deteriorati netti e patrimonio tangibile superiore al 100%

 
 
MALTAWAY: INVESTIRE A MALTA NELLE ACQUE TRANQUILLE DI UN PAESE STABILE E SICURO
Trasferire a Malta la residenza, la tua vita, i tuoi familiari, il tuo business, il tuo patrimonio, significa migliorare la gestione del tuo rischio
Corporate & Assets Governance, World Class, MALTA, Worldwide

INVESTIMENTI MALTA

La Complessità della Semplicità per esigenze di protezione a Malta dei tuoi investimenti e patrimonio presso banche, sistema finanziario di Malta

Corporations, Imprenditori, Famiglie, Singoli, HNWIs, con i servizi ed il supporto di MALTAway, trovano a Malta Banche e un sistema Finanziario esteso, professionale, sicuro e un contesto legale, fiscale, finanziario adatto a rispondere alle loro esigenze Internazionali di protezione dei tuoi investimenti e patrimonio, in un sistema paese stabile, con un’economia in forte crescita, membro sia dell’Europa sia del Commonwealth

Dietro a queste parole, ci sono 3 concetti fondamentali:

  • salvaguardia del patrimonio
  • crescita del patrimonio
  • rendita dal patrimonio

Dall’immobiliare al mercato finanziario, passando attraverso soluzioni sofisticate di Investment Protection & Management, possiamo guidarvi sulle vie migliori da percorrere

MALTAway consente di trovare a Malta una soluzione unica che combina

  • veicoli legali,
  • bassa struttura dei costi e fiscale
  • efficienti strumenti finanziari
  • professional advice

per avere protezione e crescita del tuo PATRIMONIO in una giurisdizione  compliant con le norme OCSE ed Europee e ai vertici globali per stabilità ed efficienza fiscale

Delle 22 banche autorizzate a svolgere attività a Malta, tre sono di proprietà maltese, 19 sono istituti di credito stranieri.
Il sistema bancario è costituito dalla Banca Centrale di Malta e dalla “Malta Financial Service Authority” (M.F.S.A.), Ente Autonomo istituito legalmente nel 2002.
Il Governo maltese ha varato una riforma legislativa destinata a trasformare l’isola da centro off-shore a polo finanziario dotato di servizi bancari, finanziari e assicurativi di standard elevato.
Banche Malta
Con alcune delle banche più sicure e più liquidi nella zona euro, Malta si sta affermando come centro bancario internazionale e centro per la finanza nella regione del Mediterraneo

Maltaway’s team at EY Entrepreneur of the Year

Part of Maltaway’s team (Rossella and Alberto) at EY Entrepreneur of the Year™ awards night … great event with great people, special thx to Ronald Attard and EY team in Malta

MALTAWAY: INVESTING IN MALTA IN THE CALM WATERS OF A COUNTRY STABLE AND SAFE

Transfer to Malta your residence, your life, your family, your business, your wealth and assets, means improving your risk mitigation strategy

Corporate & Assets Governance, World Class, MALTA, Worldwide

WHO WE ARE

The Complexity of the Simplicity

 

We believe there are 4 key elements to ensure a unique support and value to individuals and companies :

  • 1 ) a team of professionals who has a professional and life experiences in Italy and Malta , but also in different locations of the world , to understand if and why Malta is the ideal solution
  • 2 ) provide a turnkey professional service , able to support you both regulatory and tax aspects of Malta and Italy , to close the circle and not leave open potentially dangerous pitfalls
  • 3 ) we invest time, professional capacity and network, to do on site in Malta a meticulous selection to find out the best local partners, fitting the different clients’ needs, building partnerships that can offer specific solutions necessary to enable you to start quickly with maximum efficiency and effectiveness
  • 4 ) and lastly , but very important as well, the absence of conflicts of interest and a truly Independence in the Board and as Advisors

 

malta way chi siamo integrity

 

logo-malta-way-mod3dscritta

 

http://maltaway.com/

Legal Director and MALTAway Partner is Rossella Gianazza,  Italian and Maltese Lawyer (Advocate), and Authorised Registered Mandatories for MALTA Inland Revenue/MFSA

She gained 30+ years of a vast experience in the legal practice area, in both civil and commercial law. First as a partner of an International Law Firm, second in the Legal Department of the largest Italian Bank, third as an Asset Manager of Non Performing Loans (NPL) in an American Financial Corporation and lastly as Legal Director of a Corporate and Advisory Service Company. She has a extensive experience as a lawyer and manager in the Corporate and Finance areas, as well as in litigation and advisory, with large expertise in the management of NPLs. She is the competence’s leader of our advisory in favour of  Corporations, Entrepreneurs, Individuals and HNWIs on NPL and Banking, Re-Domiciliation, Residence , Asset and Wealth Protection, Trust, Foundation and Property Acquisition Procedures.

The MALTAway founder and MD is Alberto Balatti, 30+ years’ experience in the Governance and Investment practices as a trader and asset allocation advisor, VP of Corporate Services in the Global and Family Corporations, Advisory Business’ Managing Partner,Independent Board Member/NED (Non-Executive Director)

logo abblog bm

 

 

 

 

 

 

 

As Director of DIRECTORS CHAMBERS,  Alberto serves as Non-Executive Director (NED), leveraging on his long and global experience as partner in the HEAD HUNTING arena, he strives to select high-calibre professionals who serve as investment committee members and non-executive directors and to develop and promote the proper corporate governance best practice in Malta and therefore cooperating with the Malta Financial Services Authority (MFSA).

directorschamberslogo1

 

 

 

Broadly skilled in Governance, Investments and global Business Management,  Director  and Board Member since 1990, with a wide experience in leading Key Board’s Committees (Investments, Strategic Investment/competitive landscape, Compensation, Performance Management, Succession Planning, Nomination) and setting/leading Corporate shared services & centers of excellence.

Strong influence at Board level  and big-picture view with entrepreneurial attitudes, with a long experience in Board, Governance & Investments practices, like Board Committees, Corporate/Fiscal/Regulatory, Finance&Investment, PrivateEquity/M&A/JVs, Management Consulting, to deliver the business targets and actively contribute to the bottom-line, with full charge of ROE, P&L, EBITDA, CAGR, IRR.

Entrepreneurial and business minded, with strategic capabilities and a hand-on working style. Able to implement a company strategy and business model, supervising the execution of a business plan and ensuring that the customer focus thinking within the company is being achieved.

Consolidated commercial, economic&financial skills,transforming strategic plan into results. Thanks to a long experiences with professional project’s delivery and mandates in Italy, Europe, Egypt, UK, Switzerland, USA, Asia, Malta, the expertise (linguistic, cultural, regulatory) is useful for global thinking and local action in different locations and for multinational teams

Leadership CAPITAL is the currency of corporations, attitude in changing is the financial position of leadership

The only limits are the one inside yourself, I have many but I cope with unpredictable & unknown problems thanks to the value of difference inside my team and network

MALTAway ON THE WEB

MALTAway and its team actively contribute to online content. To learn&share more about our ideas, thinking, services and the personalities behind MALTAway, click on the below links:

http://maltaway.com/

http://albertobalatti.wordpress.com/

mt.linkedin.com/in/maltaway

mt.linkedin.com/in/albertobalatti/

http://twitter.com/#!/rebusbalatti

https://twitter.com/maltawayinfo

http://casamalta.wordpress.com/

https://maltawaytravel.wordpress.com/

FALSI RESIDENTI ESTERO

FALSI RESIDENTI ALL’ESTERO, criteri … cosa fare …. e cosa NON fare

In Italia il rischio paese ed il rischio del suo sistema bancario richiedono soluzioni all’avanguardia, NON aumentate il vostro rischio guardando Paesi o soluzioni non Fully Compliant

I principali sistemi di tassazione mondiali sono due : quello della world wide taxation e quello di territorialita’.

Il sistema tributario della “worldwide taxation ” , si basa sulla tassazione su base mondiale secondo cui si assoggettano a tassazione i redditi ovunque prodotti nel mondo da parte di una persona fisica residente e non solo quelli prodotti nel territorio dello Stato.

E’ soggetto a questo regime tributario ad esempio la persona fisica cittadino italiano residente in Italia che deve quindi pagare le tasse all’erario italiano sulla base di tutti i redditi prodotti in Italia o nel mondo.

Diverso e’ il sistema di tassazione su base “territoriale” che si applica ai soggetti non domiciliati che sono tenuti a pagare le tasse nel paese di residenza solo sui redditi ivi prodotti .

E’ soggetto a questo regime tributario ad esempio la persona fisica cittadino italiano che ha trasferito la residenza a Malta che viene considerato non domiciliato.

Bisogna fare chiarezza sul concetto di domicilio di derivazione anglosassone e non confonderlo con il domicilioanagrafico previsto dal Codice Civile Italiano inteso come il luogo in cui la persona ‘’ha stabilito la sede principale dei suoi affari e interessi’’. (art 43 C.C.)

Un cittadino italiano che sceglie di trasferire la propria residenza all’estero per non essere assoggettato a tassazione in Italia dovra’ pertanto rispettare alcuni criteri base sia formali sia sostanziali ed i principali risultano essere:

  • vivere fuori dal territorio italiano piu’ 183 giorni

  • avere dimora abituale all’estero

  • iscriversi all’anagrafe residenti estero AIRE

  • avere il centro degli interessi professionali e personali all’estero

Pertanto un cittadino non maltese, che trasferisce la residenza a Malta, nel rispetto delle norme in materia, acquisisce lo status di residente non domiciliato detto anche NON DOM.

Come RESIDENTE NON DOM a Malta paghera’ le tasse:

  • sul reddito in qualsiasi forma prodotto a Malta e sul capital gain ivi prodotto
  • sui redditi da fonte estera solo se trasferiti a Malta

Come RESIDENTE NON DOM a Malta NON paghera’ le tasse:

  • sul ‘’clean capital’’ rimesso a Malta
  • sul ‘’capital gains’’ prodotto all’estero e parzialmente o totalmente trasferito a Malta.

 

Ecco la fonte normativa sull’INCOME TAX a Malta

CHAPTER 123 / INCOME TAX ACT / To impose a Tax upon Incomes./ Amended by: XVII. 1994.35

http://justiceservices.gov.mt/DownloadDocument.aspx?app=lom&itemid=8658&l=1

Per specifiche categorie di reddito e casi di doppie imposizioni, occorre fare riferimento ai numerosissimi trattati vigenti tra Malta e oltre 70 giurisdizioni

Per ogni necessità in tema di consulenza legale e residenza per Individui e Imprese contattateci qui

l direttore dell’Agenzia delle Entrate Rossella Orlandi ha firmato un provvedimento sul controllo dei falsi residenti all’estero…..

Diventa sempre più difficile per i furbetti della residenza all’estero sfuggire ai controlli del fisco. Il direttore dell’Agenzia delle Entrate Rossella Orlandi ha firmato oggi un provvedimento che ha l’obiettivo di identificare con maggiore semplicità e celerità i cittadini italiani che dichiarano di risiedere all’estero ma che, in realtà, continuano a vivere in Italia.
Al centro dell’attenzione ci sono gli iscritti all’Aire (l’Anagrafe degli italiani residenti all’estero) i quali, se sussisteranno determinati requisiti, potranno finire in “apposite liste selettive in cui confluiranno le situazioni più anomale di trasferimento della residenza” come si legge nel comunicato stampa diramato dall’Agenzia delle Entrate.
L’identikit dei soggetti da inserire nelle liste selettive verrà effettuato tramite l’applicativo informativo So.No.Re (Soggetti non residenti), incrociando le informazioni disponibili nella banca dati delle Entrate con quelle derivanti dallo Spesometro e dallo scambio di informazioni attivato sulle direttive europee e sugli accordi internazionali con le amministrazioni fiscali estere.

 

Residenti esteri sotto la lente: i criteri
Non sono tutti i residenti esteri a doversi preoccupare ma solo quelli che si sono trasferiti dopo l’1 gennaio 2010 e che rientrano in alcuni criteri stringenti (tra i quali anche l’eventuale mancata adesione alla Voluntary disclosure bis) che fanno ipotizzare la permanenza dei cittadini in Italia nonostante la dichiarazione di trasferimento all’estero.

Nell’ordine verranno valutati:
a) residenza dichiarata in uno degli Stati e territori a fiscalità privilegiata;
b) movimenti di capitale da e verso l’estero;
c) informazioni relative a patrimoni immobiliari e finanziari detenuti all’estero, trasmesse dalle Amministrazioni fiscali estere nell’ambito di Direttive europee e di Accordi di scambio automatico di informazioni;
d) residenza in Italia del nucleo familiare del contribuente;
e) atti del registro segnaletici dell’effettiva presenza in Italia del contribuente;
f) utenze elettriche, idriche, del gas e telefoniche attive;
g) disponibilità di autoveicoli, motoveicoli e unità da diporto;
h) titolarità di partita Iva attiva;
i) rilevanti partecipazioni in società residenti di persone o a ristretta base azionaria;
j) titolarità di cariche sociali;
k) versamento di contributi per collaboratori domestici;
l) informazioni trasmesse dai sostituti d’imposta con la Certificazione unica e con il modello dichiarativo 770;
m) informazioni relative a operazioni rilevanti ai fini Iva comunicate all’Agenzia delle Entrate (spesometro).

 

Voluntary disclosure bis
Il nuovo provvedimento dell’Agenzia delle Entrate viene varato a quasi un mese dall’avvio della Volutary disclosure bis, la procedura che permette ai contribuenti che detengono attività e beni all’estero non dichiarati al fisco di sanare la loro posizione. Gli interessati devono inviare per via telematica le richieste di adesione entro il 31 luglio 2017, utilizzando l’apposito modello predisposto dall’Agenzia delle Entrate. La Voluntary disclosure bis interessa le attività sfuggite al fisco fino al 30 settembre 2016.

http://www.finanza.com/Finanza/Notizie_Italia/Italia/notizia/L_Agenzia_delle_Entrate_stringe_le_maglie_sui_falsi_resident-470697

ENGLISH PROFICIENCY, hai una strategia?

ENGLISH PROFICIENCY, hai una strategia?

ENGLISH PROFICIENCY = More INNOVATION + Stronger ECONOMY

Si, lo sappiamo, la foto è un po’ malandrina, ma il sesso è uno degli elementi con cui siamo biologicamente programmati e forse smuove le acque… ma questa cosa della conoscenza dell’ Inglese va presa molto seriamente!

Leggi questo post, guarda il video e contattaci per una soluzione di Education a Malta and much more …

Sei un individuo, un genitore, uno studente, un lavoratore, un professionista, un manager, un CeO di una società ?

MALTAway ha la soluzione di Education adatta a Malta per i corsi di di Inglese, gli studi Universitari, un MBA … in un contesto internazionale con 35 diverse nazionalità, un clima ed una sicurezza invidiabile, alta qualità certificata e prezzi imbattibili

Guarda queste informazioni con il dettaglio dei servizi e dei prezzi e contattaci

//players.brightcove.net/2071817190001/default_default/index.html?videoId=5325501235001

How Non-English-Speaking Countries Stack Up on English Proficiency

In the aviation industry, miscommunication can be fatal. More than 1,000 deaths in plane crashes have been due to communication failures, often between crews that speak English and crews that don’t.

Since 2001, English has been the international language of pilots and air traffic controllers, and airlines across the world have invested in English training programs for pilots, flight attendants, and other customer-facing staff.

In its pivot to English, the aviation industry is not unique: Around the world, companies and industries are recognizing the need for a lingua franca, or common language. We’ve published research that shows countries with higher English proficiency tend to be more innovative and have stronger economies. Corporate leaders, such as Rakuten CEO Hiroshi Mikitani, talk openly about the benefits of “Englishnization.” Tsedal Neeley, an associate professor of organizational behavior at Harvard Business School, has written about the benefits of setting English as the corporate language. She argues that businesses with strong English skills can buy from and sell to a more diverse range of customers and business partners. They also have better internal communication across geographically dispersed workforces. All of these benefits apply to industries as well.

Until now, it has been difficult to find data about the actual English skills — and skills gaps — of industries worldwide. Given the importance of English for companies’ competitiveness, we conducted a global study of workforce English, surveying 510,000 professionals across 16 major industries in 40 countries. These professionals work for more than 2,000 different companies, with sales that range from less than $1 billion to more than $60 billion.

Our findings reveal some unexpected patterns across industries and countries and within companies — and they suggest opportunities for global companies to gain a competitive edge.

Simply put, we’re still far from a fully English-speaking world. Five findings in particular stood out:

On average, women have better English language skills than men in most countries, industries, and job functions. This skills gap might reflect an education gap: Women receive more years of formal education than men, are more likely to attend university, and are more likely to study the humanities.

Executives usually have lower English levels than the managers they oversee.Looking at global averages across industries, even the most junior staff outscored executives. This pattern is most likely a result of generational differences, as English skills tend to be lower among older adults than younger professionals. The result suggests that many executives from non-English-speaking countries may have trouble directing an English-speaking team, reading detailed reports in English, or taking the lead in complex meetings held in English.

There are wide skills gaps between industries. Certain industries where English-language communication seems critical, including the logistics industry and the aviation industry, show low levels of English proficiency. Only two industries surveyed — consulting and professional services and engineering — had consistently strong English skills.

English ability varies among companies of different sizes. On average, firms with sales of $10–$60 billion have higher proficiency scores than firms making less than $10 billion or more than $60 billion. It’s not surprising that smaller companies lag behind larger companies, which tend to be more global, but it is surprising that the largest companies do not perform better than midsize companies. It could be that the largest companies sampled are more mature businesses, where executives have not traditionally needed to use English. Another possibility is that these companies are structured differently, such that they have many employees who work exclusively on a national scale and don’t need to speak English.

 

English proficiency in companies is low in most countries. Professionals speak at least some English in all of the countries surveyed. However, global workforce English levels are generally low, with an average score of 52.56 on our 100-point scale and national scores ranging from 73.83 in the Netherlands to 33.64 in Iraq. Not a single country surveyed has workforce English proficiency that qualifies as “advanced” — level C1 or C2 on the Common European Framework of Reference for Languages. Despite a near universal recognition of English as the international language of business, wide gaps in workforce English proficiency persist between countries.

The lack of strong English skills presents an opportunity for forward-thinking business leaders, and yet, as our data shows, many companies are not taking advantage of that competitive edge. Their hesitation to embrace English seems to be reflected even at the very top of the company.

We have several recommendations for business leaders who want to strengthen the English skills of their workforce.

  • Benchmark English proficiency. Employee testing can give you an immediate view of the linguistic strengths and deficiencies of your workforce.
  • Link English proficiency to business objectives. The most-effective English training programs motivate learners by highlighting the advantages of English proficiency for each job function.
  • Dedicate adequate resources to skills improvement. It is important to recognize that English-language training is a strategic investment akin to any other change in management.
  • Recognize the need for personalized sector-specific training. A one-size-fits-all English course may not adequately address the varying skill levels across your workforce.

In today’s globalized economy, these language skills can become a critical advantage. Therefore, as Neeley argues, every company should be thinking about the critical question: What is your language strategy?

https://hbr.org/2016/11/research-companies-and-industries-lack-english-skills?referral=00060

TASSAZIONE A MALTA PER RESIDENTI NON DOM

TASSAZIONE A MALTA PER RESIDENTI NON DOM

Un chiarimento utile da parte dell’ Avv. Rossella Gianazza, abilitato in Italia e a Malta, partner di MALTAway

I principali sistemi di tassazione mondiali sono due : quello della world wide taxation e quello di territorialita’.

Il sistema tributario della “worldwide taxation ” , si basa sulla tassazione su base mondiale secondo cui si assoggettano a tassazione i redditi ovunque prodotti nel mondo da parte di una persona fisica residente e non solo quelli prodotti nel territorio dello Stato.

E’ soggetto a questo regime tributario ad esempio la persona fisica cittadino italiano residente in Italia che deve quindi pagare le tasse all’erario italiano sulla base di tutti i redditi prodotti in Italia o nel mondo.

Diverso e’ il sistema di tassazione su base “territoriale” che si applica ai soggetti non domiciliati che sono tenuti a pagare le tasse nel paese di residenza solo sui redditi ivi prodotti .

E’ soggetto a questo regime tributario ad esempio la persona fisica cittadino italiano che ha trasferito la residenza a Malta che viene considerato non domiciliato.

Bisogna fare chiarezza sul concetto di domicilio di derivazione anglosassone e non confonderlo con il domicilio anagrafico previsto dal Codice Civile Italiano inteso come il luogo in cui la persona ‘’ha stabilito la sede principale dei suoi affari e interessi’’. (art 43 C.C.)

Un cittadino italiano che sceglie di trasferire la propria residenza all’estero per non essere assoggettato a tassazione in Italia dovra’ pertanto rispettare alcuni criteri base sia formali sia sostanziali ed i principali risultano essere:

  • vivere fuori dal territorio italiano piu’ 183 giorni
  • avere dimora abituale all’estero
  • iscriversi all’anagrafe residenti estero AIRE
  • avere il centro degli interessi professionali e personali all’estero

Pertanto un cittadino non maltese, che trasferisce la residenza a Malta, nel rispetto delle norme in materia, acquisisce lo status di residente non domiciliato detto anche NON DOM.

Come RESIDENTE NON DOM a Malta paghera’ le tasse:

  • sul reddito in qualsiasi forma prodotto a Malta e sul capital gain ivi prodotto
  • sui redditi da fonte estera solo se trasferiti a Malta

Come RESIDENTE NON DOM a Malta NON paghera’ le tasse:

  • sul ‘’clean capital’’ rimesso a Malta
  • sul ‘’capital gains’’ prodotto all’estero e parzialmente o totalmente trasferito a Malta.

 

Ecco la fonte normativa sull’INCOME TAX a Malta

CHAPTER 123 / INCOME TAX ACT / To impose a Tax upon Incomes./ Amended by: XVII. 1994.35

http://justiceservices.gov.mt/DownloadDocument.aspx?app=lom&itemid=8658&l=1

Per specifiche categorie di reddito e casi di doppie imposizioni, occorre fare riferimento ai numerosissimi trattati vigenti tra Malta e oltre 70 giurisdizioni

Per ogni necessità in tema di consulenza legale e residenza per Individui e Imprese contattateci qui

Imprese e Individui a MALTA, 4 passi insieme per internazionalizzarsi davvero

Imprese e Individui a MALTA, 4 passi insieme per internazionalizzarsi davvero. Relocate your Mind!

Ecco il nostro pensiero e le nostre azioni, in un intervista con Francesco Carbone in un podcast de Il Truffone

I confini, i permessi, i dazi, i passaporti, i visti, la moneta ecc. sono costrutti pensati da uomini per controllarne altri …. la vera ed unica utilità delle barriere è quella di far capire quando queste crollano che cosa sia la libertà di movimento di persone, capitali, beni e servizi….. ricordatevelo

Siate diversi, cogliete le opportunità di un mondo grande ma sempre piú facile e vicino e si può davvero fare in perfetta regolae rispetto delle norme internazionali, FATELO !!!

http://iltruffone.com/it-030-individui-e-imprese-ecco-4-idee-da-cui-partire-per-cominciare-a-internazionalizzarsi/

Il processo di internazionalizzazione è oggi alla portata di molti e andrebbe sfruttato come possibile, ovviamente nel rispetto di quelle norme internazionali che da tempo hanno dichiarato fuorilegge l’offshore ma che ancora lasciano ampi spazi di manovra al movimento di persone, capitali, beni e servizi. Anche gli individui e le piccole e medie imprese possono infatti, a loro modo, replicare alcune strategie di successo adottate dalle corporation godendone gli indubbi vantaggi. Con l’aiuto di Alberto Balatti vediamo le 4 idee fondamentali dalle quali partire: 1) spezzare residenza e cittadinanza 2) avviare alcune attività all’estero ottimizzando, eventualmente, anche la tassazione 3) diversificare i propri asset al di fuori del paese d’origine 4) acquisire competenze necessarie per integrarsi col processo globale e rivendibili all’estero (corsi Inglese, Laurea ed MBA in Inglese).

L’ospite della puntata

Alberto Balatti, fondatore e Managing Partner di MALTAway.com, ha oltre 35 anni di esperienza internazionale nei settori di Management Consulting, Servizi Societari, Consiglio di Amministrazione, Governance, Investimenti e Relocation

Link a fonti utili

Malta for EU companies a place to be, pubblicato su Maltaway

Paradisi Fiscali: nuovo modello Europeo a punti paesi blacklist, pubblicato su Maltaway

Dal TAX HAVEN al TAX COMPLIANT con MALTA way, pubblicato su Maltaway

MALTA, il paradiso dove trasferire la pensione INPS, pubblicato su Maltaway

Malta, Italia, Europa: estero e mancata iscrizione AIRE per cittadino Italiano, pubblicato su Maltaway

MALTA, rating alzato ad A-, Debito sceso al 60%, Deficit allo 0,5%

MALTA, rating alzato ad A-, Debito sceso al 60%, Deficit allo 0,5% (dopo un surplus per 2 trimesti consecutivi), meglio delle previsioni di Eurostat

Se sei in un paese a rischio, con un debito enorme, con un sistema bancario a rischio, tu, il tuo business, i tuoi assets sono a rischio …. non ci sono fiduciarie o fondi patrimoniali che tengano, la vera ed unica alternativa e averei propri assets in paesi stabili, solidi, sicuri.


The third quarter of 2016 saw the national debt fall to 60.4% of GDP, its lowest level since 2008, according to a government press release.

“Over the course of the last legislature, national debt went from 60.4% to 71.5%, an increase of 11.1 percentage points. Under this administration, this increase has been completely erased,” read the statement.

It added that “in the last year alone, a reduction of almost 2.5 percentage points was registered” and that according to Eurostat, Malta had the fifth largest reduction in national debt.

“At the time when the leader of the Opposition was the deputy leader of the party in government, the national debt had increased at a rate of €103m a month, or 3.5% of the of GDP. This was the largest increase in national debt ever registered over a period of three months,” read the statement.

Moreover, according to Eurostat, the country register red a deficit of 0.5% in the third quarter of last year, on the back of two consecutive quarters where a surplus was registered, the government said.

“An analysis of the number shows that this is the first time that the country registered a surplus in two consecutive quarters. The surplus observed in the second quarter of 2016 is the best financial result obtained by the government since Eurostat started publishing statistics for Malta in 2000.”

According to the government, the results explain why Standard and Poor’s chose to upgrade Malta’s credit rating to A-. In addition to this, it said that without having to resort to austerity measures, the government has succeeded at bringing about strong economic growth, which is being used to strengthen public finances.

http://www.maltatoday.com.mt/business/business_news/73719/national_debt_down_to_604_of_gdp#.WIb1l7YrJo4


MALTAWAY: INVESTIRE A MALTA NELLE ACQUE TRANQUILLE DI UN PAESE STABILE E SICURO

Trasferire a Malta la residenza, la tua vita, i tuoi familiari, il tuo business, il tuo patrimonio, significa migliorare la gestione del tuo rischio

Corporate & Assets Governance, World Class, MALTA, Worldwide

MALTAway, business alla luce del sole – business in the sunshine – MALTA WAY, la tua via d'accesso a MALTA per Residenza, Business, Investimenti. Copyright 2014 MALTAway Sviluppato da MALTAway

edoardo ferrario

Sogni e pensieri di uno scrittore

The Malta Photoblog

A photographic blog of my island home

MIKI-TRAVELLER

PROFUMI E CULTURE DA ALTRI PAESI

thetabike2014

passionbike

SocialEconomy

l'economia della condivisione

Aurora Iblea

La gente pensa troppo a quel che deve fare e troppo poco a quel che deve essere. M.J.E.

AlessandroPedrini Finanza&Mercati

Blog di approfondimento economico di Alessandro Pedrini

CASA MALTA

CASA MALTA - per acquistare, affittare, investire a Malta. MALTAWAYTRAVEL per Viaggi, Corsi Inglese e Incentive - Copyright 2014 casamalta Sviluppato da casamalta

mirco balatti

Thoughts, ideas and news by a finance PhD researcher

alberto balatti board member blog

GOVERNANCE, INVESTMENTS, FINANCE, ECONOMICS, ORGANIZATION, MANAGEMENT, PEOPLE DREAMS, for BOARD'S MEMBERS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: